Tempo di lettura: 2 Minuti

Università e attività tra le montagne del Trentino

Università e attività tra le montagne del Trentino

È il nuovo progetto dell'università di Padova che vuole portare i propri migliori studenti a studiare sulla montagna ad alta quota. È l'università di

L’ Ue boccia l’Italia sull’università
Maturità 2019, il ripasso delle novità per l’anno prossimo
Mappatura di Amianto nelle scuole, via all’Asbesto 2.0

È il nuovo progetto dell’università di Padova che vuole portare i propri migliori studenti a studiare sulla montagna ad alta quota.

È l’università di Padova che quest’estate ha avuto l’idea di creare dei corsi estivi fuori sede.
Si terranno nella cornice dell’alto Trentino precisamente a Brixen, nonché Bressanone.
Il programma contiene lezioni, iniziative didattiche, corsi di formazione, convention e corsi rivolti a studenti, docenti, e strutture di ricerca.

Bressanone è una cittadina di circa 22 mila abitanti al centro della Val d’Isarco, circondata da vigneti e frutteti che crescono grazie al clima mite della Valle.
La terza città Trentina è in grado di offrire, sia una vasta gamma di attività culturali, sia la possibilità di staccarsi dalla routine quotidiana, rilassandosi nei suggestivi paesini limitrofi, ma anche grazie alle escursioni lungo la Plose.

Spesso la piccola cittadina è considerata come un punto di confluenza e scambio fra realtà diverse, soprattutto per quanto riguarda il collegamento con la cultura austriaco/tedesca e quella italiana.

Il primo blocco di lezioni si terrà a partire dal 31 luglio fino al 12 agosto.
Ci saranno lezioni di giurisprudenza economia, scienze politiche e infine anche ingegneria.
Il secondo blocco invece partirà dal 21 agosto fino al 2 settembre.

Per gli studenti dell’ateneo padovano che frequentano i corsi estivi l’assegnazione dei posti avviene tramite il portale telematico Uniweb. La casa della gioventù dove verranno ospitati i ragazzi ha a disposizione 48 posti letto.

Le stanze hanno tutti i servizi necessari e la possibilità di connettersi ad Internet tramite wi-fi grazie alle credenziali fornite dalla Libera Università di Bolzano.

Biblioteche, aule didattiche e aule studio, infine vanno a completare l’offerta dell’università.
Una nuova iniziativa che permette agli studenti più meritevoli di coltivare le proprie passioni e proseguire la propria carriera universitaria, al fresco e alla tranquillità sotto le alpi.

#FacceCaso.

Di Gianmarco Saulli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0