Tempo di lettura: 1 Minuti

Dal mondo alla Liguria per una rassegna di tutto rispetto

Dal mondo alla Liguria per una rassegna di tutto rispetto

La musica al centro di questa iniziativa promossa da un’associazione locale, Rovere d’oro. La scoperta che arriva dalla Liguria. In Liguria, precisam

L’ ex dirigente Facebook che ha fatto mea culpa
TUTTOFOOD 2017: Milano World Food Exhibition
Alcosynth, bere senza postumi

La musica al centro di questa iniziativa promossa da un’associazione locale, Rovere d’oro. La scoperta che arriva dalla Liguria.

In Liguria, precisamente a San Bartolomeo al Mare ogni anno si tiene un contest molto interessante. Si chiama “Rovere d’oro” ed è la possibilità per gli artisti di musica classica e contemporanea di esibirsi davanti ad un pubblico, ma anche l’occasione di scontrarsi con colleghi di tutte le nazionalità.

Il concorso festeggia quest’anno la trentesima edizione. Dal 1986 il Santuario Nostra Signora della Rovere ospita questa competizione, organizzata dall’associazione Rovere d’oro. Più di 400 iscritti hanno partecipato alle selezioni e il 3 agosto si è tenuta la finale con  cinque finalisti.

Al primo posto troviamo Daniel Thorren, violoncellista svedese mentre al secondo c’è Jerzy Chwastyk, che suona la sua chitarra ed arriva direttamente dalla Polonia. L’Italia è al terzo, quarto e quinto posto con Elisa Scudeller, violinista che si è aggiudicata anche il premio della critica; Luna Vigni con il suo flauto traverso e Giulio De Padova al piano.

La giuria era composta da artisti di grande calibro internazionale. Violinisti, chitarristi e pianisti provenienti da Spagna, italia e persino Giappone. Il concorso, ancora una volta ha richiamato persone da tutta la penisola come anche dal mondo per assistere ad uno spettacolo di pura arte.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0