Tempo di lettura: 3 Minuti

Erasmus, ecco le città più convenienti

Erasmus, ecco le città più convenienti

Uniplaces, raffrontando il costo della vita, ha selezionato le migliori sedi Erasmus dove andare. Potremmo evidenziare una a una tutte le università

Learn Digital, il corso di Google per migliorare su internet
All’Università di Pisa la borsa di dottorato dedicata a Regeni
Uhssup : il socialnetwork firmato Samsung

Uniplaces, raffrontando il costo della vita, ha selezionato le migliori sedi Erasmus dove andare.

Potremmo evidenziare una a una tutte le università con disponibilità Erasmus, ma ci vorrebbe davvero troppo tempo.
Invece Uniplaces ha pensato bene di facilitarci il lavoro, analizzando in una classifica il costo della vita tra le 15 sedi universitarie più gettonate d’Europa.

Non resta che vedere dove si vive meglio nel rapporto qualità/ prezzo.

Ipotizzando di avere un budget mensile di 500 euro, partiamo dalla principale delle spese: l’alloggio.
In questi termini non c’è nulla di più conveniente che Budapest, città che porterebbe via “solo” il 50% del budget.
In ordine crescente di prezzo troviamo poi Porto ( 52% ); Varsavia (58%); Lisbona (61%); Praga ( 63%); Barcellona (81%); Madrid (85%); Berlino (463 euro, pari al 92% ). Roma e Milano sono appena sotto i 500 euro, con la prima al 95 e la seconda al 97%.
Poi si arriva all’impossibilità di trovare casa con 500 euro. Per Bruxelles (503 euro in media), Amsterdam (522), Parigi (607), Monaco di Baviera (642) e Londra (680) ne servono decisamente di più.

Nei pasti pure se ne vanno una buona fetta dei soldi: Londra è ancora una volta la più costosa col 68% del budget ( Erasmus carissimo ), così come Amsterdam e Bruxelles. Sui 300 euro anche Milano e Roma. Economica è la Spagna, 40% per Madrid e Barcellona, mentre Lisbona, Berlino molto economiche ( 325). Impareggiabili Porto e Varsavia, la cui spesa alimentare richiede il 24% dei fondi. Sul trono ancora una volta Budapest e Praga ( 20 e 16% ).

Anche nei trasporti la convenienza è di casa soprattutto a Praga e Budapest, ma anche Monaco, Varsavia e Bruxelles da questo punto di vista. Seguono, in ordine crescente di costo: Milano, Parigi, Porto, Madrid, Roma, Berlino, Lisbona, Barcellona, Amsterdam e infine Londra, che con i suoi 104 euro mensili si conferma la città più costosa anche in fatto di trasporti pubblici.

Il posto più conveniente, per restare nei 500 euro al mese, rimane quindi Budapest, poi Praga, Porto, Varsavia o Lisbona.
Con il resto delle sedi… preparate a stringere la cinghia!

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0