Tempo di lettura: 2 Minuti

Abruzzo: scuole al via senza professori

Abruzzo: scuole al via senza professori

Stando alla Cisl, per quanto riguarda le scuole primarie non dovrebbero esserci problemi all’apertura di lunedì. Lo stesso non si può dire per le supe

“Generazione Boomerang”: Mantova investe sui giovani

Che ne dite di una scuola aperta tutta l’ estate?!
Infermieri o assistenti sociali: date un’occhiata!

Stando alla Cisl, per quanto riguarda le scuole primarie non dovrebbero esserci problemi all’apertura di lunedì. Lo stesso non si può dire per le superiori. #FacceCaso.

In Abruzzo l’organico programmato lo scorso mese di aprile non avrebbe trovato aderenza con quello di fatto registrato a settembre. Tutto ciò a causa dello spostamento delle famiglie o il cambio di scuola di molti studenti.

Il problema resta quello dei docenti esodati. La questione riguarda soprattutto i docenti di sostegno: “Lo scorso anno fu fatto un contratto integrativo che consentì il riavvicinamento nelle rispettive sedi anche degli insegnanti specializzati. Quest’anno il contratto nazionale ha escluso questo tipo di accordo a livello regionale. Il disagio c’è, perché si tratta di superare con supplenze brevi i 1.700 posti autorizzati per le necessità del 2017-2018”.

Stando alla Cisl, per quanto riguarda le scuole primarie non dovrebbero esserci problemi all’apertura di lunedì. Lo stesso non si può dire per le superiori.

“Quest’anno dobbiamo comunque registrare un miglioramento rispetto alle due stagioni precedenti, direi tragiche, legate all’entrata in vigore della 107. Il problema riguarda anche le segreterie e i collaboratori scolastici: sono stati autorizzati 300 posti, ma le richieste sono molto superiori”.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0