Tempo di lettura: 2 Minuti

Basta disoccupazione giovanile, IBM assume!

Basta disoccupazione giovanile, IBM assume!

L'ad Cereda: “Passo avanti, ma il Governo deve fare di più”. L'annuncio tanto atteso è arrivato direttamente dal presidente e ad di IBM Enrico Cereda

Per Milano un 2015 da urlo in campo professionale: 49mila assunzioni
Bologna: i problemi sono tanti, ma in un modo o nell’altro la scuola riparte
Credem vuole i giovani! 250 assunzioni entro il 2018

L’ad Cereda: “Passo avanti, ma il Governo deve fare di più”.

L’annuncio tanto atteso è arrivato direttamente dal presidente e ad di IBM Enrico Cereda, a margine del Forum Ambrosetti.

La nota azienda a livello informatico strizza l’occhio ai giovani e da qui a fine anno assumerà 200 neolaureati tra coloro che provengono da facoltà scientifiche ed economiche.

Intelligenza artificiale, blockchain, cyber security ed industria 4.0, sono queste le aree in cui IBM conta maggiormente sul prezioso contributo della nuova generazione. Le assunzioni, con contratto a tempo indeterminato, riguardano le sedi di Segrate e Roma e comprendono un percorso di formazione delle competenze e crescita della leadership per i primi 2 anni.

“Queste assunzioni sono un segnale che in Italia la situazione è migliorata” ha detto Cereda, che si è poi soffermato su jobs act e superammortamento, affermando che occorre fare di più. Insomma, la crescita dell’Italia c’è, ma attualmente rimane inferiore a quella di altri Paesi europei come Irlanda, Spagna e Germania, nonché strettamente legata ad iniziative di privati con sede all’estero, come IBM appunto.

In poche parole siamo sulla strada giusta, ora però bisogna accelerare e in fretta anche, perché il traguardo è ancora lontano, eccome se lo è!

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0