Tempo di lettura: 2 Minuti

iOS 11 e le app incompatibili: ogni volta la stessa storia?

iOS 11 e le app incompatibili: ogni volta la stessa storia?

Con le novità del sistema operativo Apple, alcune cose potrebbero non funzionare. Che meraviglia, sono usciti i nuovi iPhone. E sembrano i più belli

Notrap!: fuori i dati del progetto contro il bullismo in Toscana
FS come main partner del Premio Nazionale dell’Innovazione di Napoli
Molestie all’ Istituto Massimo : trovato materiale sul cellulare del prof

Con le novità del sistema operativo Apple, alcune cose potrebbero non funzionare.

Che meraviglia, sono usciti i nuovi iPhone. E sembrano i più belli ed innovativi di tutti, più o meno come il 3GS nel 2009. Riconoscimento facciale, emoticons che si muovono ma anche iOS 11 contribuiscono a far costare uno smartphone quasi quanto un computer, anzi esattamente come un MacBook Pro.

Comunque a differenza dell’iPhoneX, iOS 11 è disponibile per tutti coloro che hanno un iPhone più o meno recente.

  • Nuova interfaccia,
  • possibilità di avere una cartella solo per i file (sì, android la aveva più o meno da sempre),
  • possibilità di cambiare i widget, ovvero quei cosini che compaiono quando scorrete con il pollice in alto, tipo la torcia.

Ci sono delle app che non funzionano con il nuovo sistema operativo, e sono quelle sviluppate in 32bit. Un sistema per sviluppare applicazioni che ormai non si usa più perché il 64bit permette più velocità e più utilizzo dei dati e dovrebbe essere il metodo prediletto più o meno dal 2015, contando che il primo iPhone a supportarlo furono il 5C e il 5S nel 2013.

Se pensate di avere app che non utilizzano la 64bit ma la 32 potete verificare quali sono da disinstallare perché non sono compatibili con il sistema operativo. È molto semplice, basta andare in Impostazioni > Generali > Info > Applicazioni; se l’ultima voce è “cliccabile” allora ci sono delle app che non vanno bene e vi dirà quale altrimenti vi sarà solo un numero che vi dirà quante applicazioni avete scaricato sullo smartphone.

E niente, dopo avervi dato questa dritta vado un po’ sul sito della Apple a guardare il Keynote della presentazione perché comunque sognare un po’ non fa mai male.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0