Tempo di lettura: 3 Minuti

La Notte dei Ricercatori in Toscana

La Notte dei Ricercatori in Toscana

“Un'occasione unica per avvicinare i cittadini al lavoro di persone che ogni giorni mettono la propria conoscenza a servizio del progresso sociale”. #

Cosa ci ha lasciato Breaking Bad 10 anni dopo
Lana del Rey – il ritorno in Italia
Infermieri o assistenti sociali: date un’occhiata!

“Un’occasione unica per avvicinare i cittadini al lavoro di persone che ogni giorni mettono la propria conoscenza a servizio del progresso sociale”. #FacceCaso.

Venerdì 29 settembre è stata la Notte dei Ricercatori. Gli atenei di Siena, Pisa e Firenze si sono aperti alle rispettive città e la regione Toscana si è resa protagonista di una vera e propria iniziativa di divulgazione.

“Il mondo della ricerca apre le sue porte alla fruizione pubblica, per tutte le età. Un’occasione unica per avvicinare i cittadini al lavoro, alla passione, all’impegno e alle competenze di persone che ogni giorni mettono la propria conoscenza a servizio del progresso sociale, dell’innovazione e della divulgazione”. Ha fatto sapere la vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi presentando l’iniziativa.

  • FIRENZE
    L’Università di Firenze ha organizzato la visita gratuita al Museo di Storia Naturale, al Museo Archeologico e alla Mostra “Tesori inesplorati. Le biblioteche dell’Università di Firenze in mostra”.
  • SIENA
    A Siena in piazza Campo c’è stato il concerto di Baustelle e al Liceo classico E.S. Piccolomini si è esibito il Lorenzo Venza Trio.
  • PISA
    A Pisa, l’Università ha suonato l’Inno alla Gioia. Alla Scuola Superiore Sant’Anna, tra i vari laboratori, c’è stato quello alla scoperta delle piante del futuro.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0