Tempo di lettura: 3 Minuti

Volontariato? Un’esperienza che nel curriculum non può mancare

Volontariato? Un’esperienza che nel curriculum non può mancare

Fare volontariato arricchisce le persone ma anche i curriculum, specialmente se fatto all’estero. All’Università mi sono resa conto di quanto le espe

Cronache di una studentessa in Cina. Una nuova rubrica di FacceCaso
Il mio viaggio in Ladakh continua… alla scoperta dei monasteri buddhisti Pt.2
I have a trip: il coraggio di lasciare tutto e partire. L’intervista di FacceCaso

Fare volontariato arricchisce le persone ma anche i curriculum, specialmente se fatto all’estero.

All’Università mi sono resa conto di quanto le esperienze di volontariato siano valorizzate. Costituiscono quel di più che rende il tuo curriculum attraente e migliore rispetto a quello degli altri.

Che tipo di volontariato?

Io sono dell’idea che qualsiasi tipo di esperienza di questo tipo sia importante, dalla più semplice e meno impegnativa fino alla più coinvolgente anche emotivamente.
Nella mia esperienza personale sono passata dal fare volontariato alla mensa dei poveri della mia città fino ad aiutare i bambini senza famiglia a Calcutta, in India.

Volontariato internazionale?

Le esperienze di volontariato all’estero oltre all’essere costruttive ti permettono di viaggiare, scoprire culture nuove, conoscere persone da tutte le parti del mondo, e perché no, anche imparare una lingua.

Con quale associazione andare all’estero?

Sono tante le associazioni che organizzano questo tipo di esperienze. In particolare vi segnalo Lunaria, con la quale io ho trascorso due settimane in Francia.
Lunaria da 25 anni organizza fantastici campi di volontariato in ogni angolo del mondo. Ogni progetto è finalizzato ad aiutare enti e comunità locali e si fonda sulla solidarietà e l’impegno civile. Sottolineo anche il fatto che Lunaria, rispetto ad altre organizzazioni, chiede solo un piccolo contributo ai partecipati rendendosi accessibile a tutti.

Perché è importante?

Parliamo di un’esperienza a 360 gradi. Dal punto di vista strettamente personale consente una crescita interiore, oltre alla possibilità di conoscere ed interagire con tante persone diverse. Lavorare a fianco di altre persone consente di costruire relazioni che possono durare per sempre. E poi l’aiutare chi ne ha bisogno, e farlo in modo completamente gratuito senza volere nulla indietro è qualcosa di nobile e che rende vivi.

Consiglio spassionatamente a tutti i giovani di provare almeno un’esperienza di volontariato nella vita, è estremamente costruttivo e anche molto importante dal punto di vista del curriculum: indice di elasticità, impegno e di spessore.

E poi è così facile trovare l’occasione per mettersi a disposizione del prossimo, ed è bello pensare che con dei piccoli sforzi si possano ottenere grandi risultati.

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0