Tempo di lettura: 2 Minuti

I viaggiatori di Instagram che guadagnano 3000 dollari a post

I viaggiatori di Instagram che guadagnano 3000 dollari a post

Fanno i viaggiatori/blogger sull’app per professione. Adesso la coppia, incontratasi alle Fiji, guadagna fino a 35mila dollari per una singola commiss

Bug su prodotti Apple: attenzione al simbolo indiano
Le migliori app per il Food & Travel: come mangiare sicuri anche all’estero
YouTube arriva sulle smart Tv

Fanno i viaggiatori/blogger sull’app per professione. Adesso la coppia, incontratasi alle Fiji, guadagna fino a 35mila dollari per una singola commissione.

Viaggiatori a pagamento, senza spendere nulla per ogni luogo esplorato. Praticamente il sogno di ogni amante di avventure. Sono il 26enne inglese Jack Morris e l’australiana Lauren Bullen, che si sono innamorati un anno fa alle isole Fiji. Ormai sono delle star di Instagram, perché seguitissimi in ogni loro avventura/foto e perché ricercatissimi da enti del turismo, catene alberghiere e brand multinazionali.
Del resto una coppietta così bella e felice, capace di farsi seguire da tutti girando il mondo come matti, fa gola. E infatti ogni singolo post può costare anche 3000 dollari, cifre che a noi sembrano assurde, ma non certo per loro. Immaginate quanta pubblicità posso farvi con un loro video visto mezzo milione di volte.

@doyoutravel per Jack e @gypsea_lust per Lauren.
Eppure le loro vite fino a poco tempo fa erano totalmente diverse.
Lei ex assistente di poltrona di uno studio dentistico nel Nuovo Galles del Sud e lui ex addetto alla pulizia di tappeti, si ritrovano a postare con il Taj Mahal sullo sfondo o spiagge delle Mentawai Islands a Sumatra. Base di partenza solita niente male: Bali.

Quell’incontro li ha cambiati, portandoli a fotografare gli itinerari di coppia tra Sri Lanka e Maldive per un totale di 50 paesi visitati. Poi il successo, la popolarità e questa vita da globetrotter speditissima.
La loro è una strategia di Insta-Marketing: “I brand e gli enti del settore turistico mi pagano per promuovere i loro prodotti o le loro località su Instagram. Promuovo solo cose che realmente mi piacciono ed è la ragione per cui i miei post hanno successo fra i miei follower”.

Un esempio molto interessante il loro, per chi come molti di noi sognerebbe una vita così. Chissà mai che anche per altri tutto ciò si trasformasse in lavoro…

FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0