Tempo di lettura: 1 Minuti

Shark Meeting : 1000 euro raccolti per la scuola primaria D’Albertis di Voltri

Shark Meeting : 1000 euro raccolti per la scuola primaria D’Albertis di Voltri

Il bilancio della manifestazione è positivo “Siamo riusciti a portare a Voltri parecchia gente tra nord Italia ed estero”. #FacceCaso. La spiaggia di

L’interessante dottorato in “Law and Cognitive Neuroscience” della Niccolò Cusano è alle porte
Scuola: no all’abbigliamento da spiaggia
Laurea Online, ecco perchè potrebbe convenire!

Il bilancio della manifestazione è positivo “Siamo riusciti a portare a Voltri parecchia gente tra nord Italia ed estero”. #FacceCaso.

La spiaggia di Voltri ha ospitato la seconda edizione dello Shark Meeting , un punto di riferimento per gli amatori dei fuoristrada che ha suscitato l’interesse si spettatori Italiani e stranieri.

Numeri da capogiro:

  • 120 mezzi iscritti
  • 500 partecipanti tra guidatori e famiglie
  • 1040 metri di percorso
  • 900 paletti utilizzati
  • 750 metri di lungomare occupato dagli spettatori,
  • 9 km di banda srotolata per segnare i tracciati
  • più di 100 associati che si sono “autotassati” per promuovere la manifestazione
  • più di 1000 euro raccolti per la scuola primaria D’Albertis di Voltri

Tra alte dune e ripide discese, l’arenile ponentito si è trasformato per due giorni in una pista 4×4 con tanto di spettatori sul lungomare ad opera di Fuoristrada Genova.

Lunedì mattina gli organizzatori dell’evento si sono trattenuti in spiaggia per risistemare l’arenile.

“Teniamo molto a restituire la spiaggia alla cittadinanza così come l’abbiamo trovata è uno dei nostri principi insindacabili, non si va via se prima non è tutto a posto”. Spiega Daniele Giacinto, Fuoristrada Genova.

Il bilancio della manifestazione è positivo, conclude. “Siamo riusciti a portare a Voltri parecchia gente tra nord Italia ed estero, tra gli iscritti, le loro famiglie, e i curiosi. La gioia più grande? Vedere i bambini dal pubblico che ci chiedevano di poter fare un giro sui nostri fuoristrada: i piccoli passeggeri si emozionano una volta a bordo, trasmettono entusiasmo e felicità, per loro spesso è un’esperienza nuova”.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0