Tempo di lettura: 2 Minuti

Ciao mamma, guarda come imparo con prof Jovanotti

Ciao mamma, guarda come imparo con prof Jovanotti

Jovanotti ha tenuto una lezione nella prestigiosa Università di Harvard. Scopriamo com'è andata. Questo è sicuramente un periodo d'oro per Jovanotti.


Pavia: ultimo giorno di scuola da incubo
Caffè stimolanti e fiumi inquinati, che stress al TG USA
Appello dal Cile: No màs acoso sexual!

Jovanotti ha tenuto una lezione nella prestigiosa Università di Harvard. Scopriamo com’è andata.

Questo è sicuramente un periodo d’oro per Jovanotti. A Dicembre uscirà il suo nuovo disco, “Oh vita” e a Febbraio ripartirà il suo tour nei palazzetti italiani. Lorenzo però è già al lavoro e, approfittando di una breve tournee in USA e Canada, ha vestito per un giorno i panni del professore.

Il cantante ha infatti tenuto una lezione nella prestigiosa Università di Harvard che ha sede a Boston, Massachusetts. I temi di questa lezione, organizzata grazie alla collaborazione dell’Istituto di Cultura del Consolato italiano locale, erano la musica e i diritti umani.

Jovanotti ha spiegato quali possono essere i successi e i limiti del messaggio di pace diffuso nel mondo attraverso la musica. Successivamente ha risposto (rigorosamente in inglese) alle domande di studenti, professori e addetti ai lavori, che si sono mostrati decisamente interessati all’argomento.

Insomma la lezione è stata un vero e proprio successo, l’ennesimo nella sfavillante carriera dell’artista romano che ha commentato così la sua prima volta dietro una cattedra: “Mi sento un privilegiato, tutto ciò dimostra che la musica può avere la potenza di una centrale nucleare”.

LEGGI ANCHE: “TASSE ILLEGITTIME: SCATTANO I RIMBORSI PER GLI STUDENTI  L’ELENC DEGLI ATENEI”

Jovanotti ha sempre accompagnato la sua musica con un impegno sociale costante. Nel corso degli anni ha infatti collaborato con importanti associazioni come Emergency, Amnesty International, Lega Antivivisezione, Nigrizia e DATA.

A margine del suo intervento ad Harvard ha inoltre ribadito la sua posizione in merito all’importanza dell’uniformità dei diritti umani citando la Costituzione americana. “Se venisse riscritta oggi nella frase tutti gli uomini sono uguali la parola uguali verrebbe sostituita da unici”.

Insomma Jovanotti ha dimostrato ancora una volta di non essere solamente bravo con il microfono in mano ma di saper coinvolgere il pubblico anche mostrando la sua umanità. D’altronde c’è un motivo se piace anche all’estero e non credo sia perché è un “ragazzo fortunato”.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0