Tempo di lettura: 2 Minuti

Batterie ricaricate in 20 minuti, Samsung ci prova

Batterie ricaricate in 20 minuti, Samsung ci prova

L’azienda sudcoreana sta lavorando su batterie al grafene. Sarebbero capaci di ricaricarsi in tempi estremamente rapidi. Batterie speciali ne abbiamo

La medicina diventa alternanza scuola-lavoro
Gli smart speaker sorpassano gli smartwatch
Facecjoc: il social italiano che ti fa guadagnare

L’azienda sudcoreana sta lavorando su batterie al grafene. Sarebbero capaci di ricaricarsi in tempi estremamente rapidi.

Batterie speciali ne abbiamo? Sicuramente noi no, ma Samsung, il più grande brand di telefonia al mondo, sta cercando un modo per averle.
L’idea è quella di utilizzare un nuovo materiale: il grafene. Con essere si potranno avere accumulatori più capienti e capaci di caricarsi cinque volte più velocemente.

Del resto il problema della durata di una batteria di smartphone è forse uno dei più grandi dilemmi del mondo della telefonia. In questo caso, grazie a una copertura in grafene, le tradizionali batterie in ioni di litio potrebbero avere la bellezza del 45% extra di ricarica. Addirittura la velocità aumenterebbe di ben cinque volte.
Sarebbe rivoluzionario: da una parte smarphone più leggeri, spazi di ricarica più piccoli e capienti. In più basterebbe meno di mezzora per averlo completamente “pieno”.

Un sogno per molti, ma un impegno concreto della Samsung. Che l’idea sia quella di avere una funzione del genere già pronta con il prossimo S9? Possibile che i piani siano quelli, non resta che aspettare la prossima primavera. Un doppio colpo che potrebbe sbaragliare il mercato, almeno in quel frangente. Ne potremmo vedere delle belle!

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0