Tempo di lettura: 3 Minuti

Star su Instragram: la trasparenza sui social non penalizza gli account

Star su Instragram: la trasparenza sui social non penalizza gli account

Blogmeter ha analizzato i post contenenti gli hashtag #ad, #adv e #sponsored degli ultimi otto mesi pubblicati da oltre 6.600 influencer. #FacceCaso.

L’università e lo strano caso dell’ex Iena Dino Giarrusso
Emma Strada: la prima inegnere donna in Italia e in Europa
“Classe Z”: una storia di studenti problematici e di professori incapaci

Blogmeter ha analizzato i post contenenti gli hashtag #ad, #adv e #sponsored degli ultimi otto mesi pubblicati da oltre 6.600 influencer. #FacceCaso.

Ti ricordi la stretta di chiave nei confronti della pubblicità occulta? Negli Usa l’istituto a tutela dei consumatori e l’antitrust hanno imposto alle star una regola semplice e precisa. I post frutto di una collaborazione commerciale, vanno segnalati.

Per farti capire, l’azienda sponsor deve essere taggata nel post e gli hashtag come #ad, #adv o #sponsored devono essere facilmente leggibili dall’utente.

-Questione Italia-

Alla fine anche da noi, l’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria italiano si è dato una svegliata e ha richiesto una maggiore trasparenza agli influencer rispetto ai contenuti da loro pubblicati.

-Come stanno andando le cose su Instagram

Blogmeter ha analizzato i post contenenti gli hashtag #ad, #adv e #sponsored degli ultimi otto mesi pubblicati da oltre 6.600 influencer (di cui 3.000 italiani) analizzati dal tool Blogmeter Social Influencer.

Il risultato? Il primo dato che salta agli occhi è l’aumento, a livello globale, dei post contenenti gli hashtag sopra citati nel periodo preso in esame: complessivamente c’è stato un incremento percentuale di circa il 44%.

La situazione è ancora più sorprendente considerando i soli Influencer italiani: da marzo a giugno i post con espliciti fini pubblicitari sono stati circa 1.800 su 274.500 totali, ma da luglio ad ottobre la cifra è salita vertiginosamente arrivando quasi a 7.000 post sponsorizzati su 245.000, con un incredibile aumento del 285%.

-Caso Chiara Ferragni-

Questo picco tra luglio e ottobre è stato generato principalmente dall’influencer italiana più discussa del web, la star Chiara Ferragni. La fashion blogger ha raddoppiato il numero di post con gli hashtag della sponsorizzazione, passando dai 39 post pubblicati tra marzo e giugno agli 85 pubblicati nei quattro mesi successivi.

-Le performance delle star di Instagram non calano-

Nonostante le restrizioni, Blogmeter rassicura che le nuove misure di trasparenza, per il momento non intaccano le performance social delle Influencer più importanti e prestigiose, che si mantengono sui soliti livelli. 

Secondo Paola Nannelli, Head of Influencer Marketing di Blogmeter. “Non abbiamo assistito a cali di engagement perché le influencer in questione sono riuscite a mantenere un equilibrio nel loro piano editoriale social. In altre parole i contenuti sponsorizzati si alternano a contenuti legati alla loro vita personale mantenendo così alto l’interesse della propria community”.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0