Tempo di lettura: 3 Minuti

La storia di Miguel Angel Figueroa: quella di un ragazzo nato povero e il suo riscatto

La storia di Miguel Angel Figueroa: quella di un ragazzo nato povero e il suo riscatto

Non bisogna mai smettere di sognare, lottare, credere che non è possibile il riscatto ed un futuro migliore. La storia di Miguel Angel Figueroa, nato

Europa, investimenti per migliorare la connessione a scuola!
Ti porto in quell’angolo del Bangladesh dove muoiono le navi da tutto il mondo
Risultati delle prove Invalsi. Ecco il quadro del sistema scolastico italiano

Non bisogna mai smettere di sognare, lottare, credere che non è possibile il riscatto ed un futuro migliore. La storia di Miguel Angel Figueroa, nato in Bolivia da una famiglia povera, ci suggerisce proprio questo.

Miguel Angel Figueroa è un ragazzo boliviano, adesso 35enne, nato in una famiglia disagiata, con un padre alcolizzato. Miguel viveva in una baracca e passava le giornate in strada con i fratelli, tra cassonetti e tentativi di sopravvivere giorno per giorno.

Ora Miguel Angel Figueroa, dopo essere riuscito a studiare, è uno dei più esperti in Sud America quanto ad innovazione. Un uomo realizzato non solo dal proprio successo ma anche dall’aiuto che riesce a dare agli altri. Sì perché Miguel Angel Figueroa è a capo di Hub7 Entrepreneurship, un accelleratore tecnologico, oltre che direttore dei Programmi internazionali presso Novus Foundation.

Crescere tra le lamiere e trovarsi ad essere un uomo di successo

Ma andiamo per gradi. Per avere successo come catalizzatore di imprenditorialità e innovazione nelle economie emergenti, Miguel Angel Figueroa, pur venendo da una famiglia tutt’altro che abbiente, si è laureato prestissimo, a 20 anni, in Business Administration e Ingegneria gestionale nel suo paese. Solo un anno dopo già insegnava all’università, occasione che lo ha spinto a perfezionare le proprie conoscenze intraprendendo un master (con meritevole borsa di studio) in International Business tra Chicago e Madrid.

Ed eccolo qui, ora, Miguel Angel Figueroa, dopo aver lavorato per qualche anno nel mondo del no profit, quello che gli aveva consentito di ottenere il riscatto e studiare, con in mano qualcosa di suo. Miguel ha infatti deciso di dare vita ad un progetto ambizioso: fornire ai ragazzi assistiti dalle ong, come lo era stato lui, i mezzi imprenditoriali e tecnologici per farsi largo nel futuro.

Prima, con Novus, Miguel Angel Figueroa è riuscito a portare una fondazione che svolge attività di microcredito anche in Bolivia. Poi con Hub 7Entrepreneurship, Miguel ha integrato l’attività di Novus in un incubatore, quindi un programma per accellerare lo sviluppo delle imprese.
L’attività di Miguel ha ad oggetto l’accesso alle cure mediche, lezioni di coding indirizzate alle ragazze, robotica per bambini. Secondo lui, infatti, la tecnologica è la base per il futuro.

Inoltre, spingiamo sulla tecnologia perché è quello che manca in Bolivia. Vogliamo creare una nuova era di sviluppo di idee. È un Paese basato sulla corruzione nonostante abbia molte risorse e crediamo che le tecnologie siano un modo per restituire giustizia e uguaglianza“.

Una bella storia, dimostrazione che il riscatto è sempre possibile e l’impegno è alla base di tutto. Ragazzi prendiamone esempio!

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0