Tempo di lettura: 3 Minuti


Liceo artistico Petrocchi: crolla il soffitto dalla presidenza


Liceo artistico Petrocchi: crolla il soffitto dalla presidenza

La maggioranza delle uscite di emergenza risulta totalmente o parzialmente bloccata da ponteggi e impalcature utilizzati dai muratori su un cantiere p

Facebook, grossi guai: multa da 110 milioni
Università Orientale: laurea honoris causa a Dacia Maraini
Calendari scolastici per l’anno prossimo: ecco quando torneremo a scuola

La maggioranza delle uscite di emergenza risulta totalmente o parzialmente bloccata da ponteggi e impalcature utilizzati dai muratori su un cantiere privato. #FacceCaso.

Al liceo artistico Petrocchi è crollato l’intonaco dal soffitto. La preside Elisabetta Pastacaldi è stata fortunatamentesolo sfiorata dai calcinacci crollati sulla scrivania nella presidenza.


“Sono sotto shock ho evitato i calcinacci per un soffio. Se sto bene è stata pura fortuna, bastavano 10 centimetri e l’intonaco mi avrebbe centrato in testa. Avevo segnalato da tempo i problemi all’intonaco in quell’ufficio: era in condizioni pietose, era chiaro che prima o poi sarebbe caduto”
. Racconta la preside.
“Insieme ad Anna Cirillo ed Emiliano Giovannetti abbiamo stilato un report dei problemi grazie alle centinaia di segnalazioni raccolte dagli studenti e le abbiamo presentate alla Provincia”. Racconta Baldassarri.

La maggior parte dei problemi sono concentrati nella succursale “Bolognini” del liceo artistico. La maggioranza delle uscite di emergenza risulta totalmente o parzialmente bloccata da ponteggi e impalcature utilizzati dai muratori su un cantiere privato.

“Al Bolognini la situazione è grave, le uscite di emergenza non sono pienamente agibili per via delle impalcature. Io vorrei spostare i miei ragazzi altrove, ma nel breve termine non abbiamo alcuna possibilità di farlo. Spostandoci nella sede centrale dell’istituto Petrocchi, la situazione non migliora”. Conferma la preside Pastacaldi.

“Anche ieri abbiamo avuto acqua nelle aule. Il problema deriva dalla mancanza della grondaia, rimossa nei giorni scorsi perchè rotta e pericolante: se piove l’acqua si infiltra nelle finestre e alcune classi si allagano. Basterebbe sostituirla, la Provincia ci ha assicurato che interverrà al più presto”. Racconta Baldassarri.

Come tutti gli inverni, continuano i problemi ai riscaldamenti. Continua Baldassarri. La situazione più grave l’abbiamo registrata al liceo Lorenzini di Pescia dove i ragazzi, esasperati dal riscaldamento rotto, hanno fatto sciopero in massa e hanno protestato con l’assessore all’edilizia scolastica della Provincia”.

Come se non bastasse, in tutta la provincia di Pistoia, le scuole sono alle prese con il caos palestre. “E’ diventata una nostra battaglia. A parte un paio di eccezioni, tutte le scuole non hanno un luogo agibile per le assemblee di istituto. La palestra del Pacinotti, ad esempio, doveva essere pronta a settembre ma così non è stato. La Provincia ci ha comunicato che non sarà pronta prima di aprile 2018. E a rimetterci, come sempre, sono gli studenti”. Conclude Baldassarri.

#FacceCaso.

 

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0