Tempo di lettura: 1 Minuti

Vacanze di Natale: e il fuorisede che fa?

Vacanze di Natale: e il fuorisede che fa?

Vacanze di Natale per un fuorisede? Nonna, cibo, studio e biglietti per tornare su (o giù, o di lato) Oh oh oh. Finalmente sta arrivando il Natale e

Le migliori 10 fermate per studenti di Roma
Università, in Puglia oltre mille esclusi dalle residenze!
Giornata internazionale dello Yoga: la pratica che ci ha salvato dalla quarantena

Vacanze di Natale per un fuorisede? Nonna, cibo, studio e biglietti per tornare su (o giù, o di lato)

Oh oh oh. Finalmente sta arrivando il Natale e per i fuorisede vuol dire che sta arrivando il tanto agognato ritorno a casa. Le vacanze di Natale di un ragazzo che sta studiando fuori sono del tutto particolari e si dividono tra dei canoni ben precisi: lo studio, il cibo, la nonna e biglietti del treno o dell’aereo.

Eh già perché lo sbatti (si, ho detto sbatti) inizia nel momento in cui bisogna prendere i biglietti per tornare a casa. Questo per evitare di trovare anche gli Intercity o i treni notte completamente pieni. Per non parlare di quei bellissimi biglietti dell’aereo che arrivano a costare anche 200€.
La prima cosa da fare è aggiudicarsi il posto del ritorno, mentre la seconda è quello di comunicarlo ai parenti.

Perché dire alla nonna il giorno preciso in cui si torna per le vacanze di Natale è importante poiché vuol dire che si troveranno i piatti preferiti per cena o per pranzo. Subito, come antipasto alla cena di Natale, che ovviamente verrà composta da almeno sette portate cucinate da nonne e mamme. E a guardare quei piatti bellissimi e buonissimi di certo a nessuno verrà nostalgia dei petti di pollo congelati o delle patatine del Mc Donald’s.

Poi ovviamente c’è quel piccolo particolare che si chiama studio. Perché il fuorisede lo sa che le vacanze di Natale non sono fatte per studiare ma ci prova lo stesso tenendo puntualmente l’esame più difficile per l’appello di gennaio. Poi il 31 Dicembre, tra una chiamata e l’altra per organizzare (ancora) capodanno, si renderà conto che non ce la farà. E quindi lo farà a Febbraio.
(Ah. Se siete persone diligenti che vogliono organizzarsi al meglio la sessione invernale, guardate qui).

Di sicuro le vacanze di Natale è l’unico momento in cui godersi la propria famiglia, soprattutto quando il massimo che passate insieme è un weekend una volta ogni tanto.

A tutti i fuorisede come me, Buon Natale!

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0