Tempo di lettura: 3 Minuti

Wechat in Cina diventa una carta d’identità

Wechat in Cina diventa una carta d’identità

Adesso in Cina è possibile utilizzare Wechat come documento virtuale. Una vera e propria rivoluzione che per molti era inevitabile. Wechat come docum

Vi presento Robert Ligtvoet: il prof giramondo
Ryanair, che combini? Cancellati 2000 voli
Canzoni d’amore, è questa una delle più belle di sempre?

Adesso in Cina è possibile utilizzare Wechat come documento virtuale. Una vera e propria rivoluzione che per molti era inevitabile.

Wechat come documento d’identità, qualcosa di visto per ora in film o serie come Black Mirror adesso è reale. La chat più popolare in Cina, usata molto anche come sistema di pagamento elettronico, ha deciso di introdurre un’ulteriore novità.
Infatti con il proprio account gli utenti potranno avere accesso alla Carta d’identità rilasciata dallo Stato, in una versione totalmente virtuale.
Una notizia clamorosa, perché non ha precedenti e rende lo smartphone uno strumento ancora più universale e necessario per la nostra vita quotidiana. La tecnologia che avanza e si insinua nelle nostre vite, a partire da Guangdong, provincia costiera in cui parte questa iniziativa.

Sono proprio due versioni quelle disponibili per ora: la carta d’identità limitata, a cui si accede semplicemente scansionando la faccia con l’app. l’altra è chiamata “completa”, e per averne accesso servirà visitare un terminale presente in ogni città e scansionare successivamente la carta d’identità fisica.
Una differenza che risiede anche nell’utilizzo che si può fare con ognuna. Quella limitata solo per operazioni dal basso livello di sicurezza, mentre quella completa per tutte le altre funzioni.
Tutto questo progetto non è pensato solo da Governo ( attraverso l’agenzia Nansha ), ma anche dalla China Construction Bank e altre nove istituzioni sconosciute.

Quando parliamo di futuro pensiamo di dover volgere lo sguardo in avanti, lontano. Sembrano epoche che possiamo solo immaginare. Invece la tecnologia recente ha accelerato tutto, e adesso nello stesso pianeta sembrano convivere presente e futuro, collocati in aree geograficamente diverse, ma forse anche più mixate di quanto possiamo immaginare.
Quanto mancherà per farci impiantare un microchip di riconoscimento?

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0