Tempo di lettura: 2 Minuti

Università: 45mila idonei, ma quando si passa alla pratica?

Università: 45mila idonei, ma quando si passa alla pratica?

Dal 2013 sono oltre 45mila i prof universitari idonei all'insegnamento. Di questi solamente pochissimi hanno ottenuto un posto. In questo periodo di

Ecco perchè gli studenti sono più “spacconi” quando c’è una professoressa
Virus HIV: aumentano i casi tra i giovani
Ieri è arrivato l’Iphone X

Dal 2013 sono oltre 45mila i prof universitari idonei all’insegnamento. Di questi solamente pochissimi hanno ottenuto un posto.

In questo periodo di campagne elettorali si discute tantissimo della possibilità di rimuovere le tasse universitarie. Ma mentre i partiti giocano ad accaparrarsi i voti il panorama accademico nazionale deve fronteggiare una problematica decisamente più urgente.

Ad evidenziarla, attraverso una lettera al Corriere della Sera, sono stati alcuni membri del gruppo Facebook Abilitazione Scientifica Nazionale fondato da Michele Ciavarella. Il gruppo è stato creato nel 2013 per aiutare coloro che volevano fare domanda per ottenere l’idoneità all’insegnamento.

Da allora, grazie anche ai preziosi consigli di Ciavarella&Co., sono più di 45mila i ragazzi che hanno conseguito l’Abilitazione Nazionale e che quindi sono idonei all’insegnamento. Di questi, però, quelli che attualmente hanno un posto di lavoro fisso si contano quasi sulle punte delle dita.

Per quale motivo? Semplice, per una questione economica. Un emendamento alla Finanziaria del senatore Fabrizio Bocchino che la cifra necessaria a dare seguito a tutte le abilitazioni ammonta a circa 600 milioni di euro.

Soldi che lo Stato attualmente non può permettersi di spendere, soldi che nemmeno avrebbe se andasse in porto un’eventuale abolizione delle tasse universitarie. E allora cosa fare? Come rimediare?

Per la soluzione al problema la lettera firmata dal gruppo FB rimanda alla competenza e soprattutto al buon senso dei nostri politici ma allo stesso tempo si sbilancia e propone un’idea. Introdurre una graduatoria, sul modello scolastico, da cui pescare in modo automatico i nuovi assunti.

Una proposta interessante ma che a dir la verità era già stata avanzata tempo fa dal sottosegretario alla presidenza Tommaso Nannicini. All’epoca invece che finire nel pensatoio parlamentare era finita, come spesso accade alle buone idee qui in Italia, nel dimenticatoio.

Chissà che non sia arrivato il momento di rispolverarla. Ce lo auguriamo tutti, se lo augurano soprattutto le migliaia di idonei a spasso per la nostra penisola. A scuola guida quando si è idonei si passa alla pratica, speriamo che presto sia così anche in questo campo.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0