Tempo di lettura: 2 Minuti

Scelta delle superiori? No panic!

Scelta delle superiori? No panic!

La scelta delle superiori può essere difficile. Qualche consiglio da chi ci è già passato. La scelta delle superiori da frequentare dopo le medie e c

Scuole serali: il primo liceo a Milano
SO.R.TE va in goal per la solidarietà!
Gran Sasso Videogame: scoprire la fisica divertendosi

La scelta delle superiori può essere difficile. Qualche consiglio da chi ci è già passato.

La scelta delle superiori da frequentare dopo le medie e che impronta dare alla propria vita non è esattamente semplice. Penso che a tredici anni ho cambiato almeno tre volte idea, prima volevo fare lo scientifico (e per fortuna ho deciso di no), poi il linguistico e poi ho optato per il classico. Sempre con il supporto dei miei genitori. Voi non sapete proprio scegliere? Vediamo qualche consiglio.

  • Seguite il cuore: studiare qualcosa che non vi piace non renderà più di tanto e né vi riuscirà molto facile. Leggete bene le materie e soprattutto le ore dedicate a quelle cose che vi piacciono tanto. Cercate tra i vari indirizzi, ce ne sono così tanti che sicuramente troverete quello più adatto a voi. E no, non potete scegliere in base alla voglia di studiare!
  • Fidatevi di voi stessi: i nostri genitori vogliono sempre indirizzarci verso qualcosa, ma se quella scelta non fa per voi cercate di fargli capire perché. Spiegategli perché il liceo classico magari non è quello che volete studiare o perché volete fare la scuola alberghiera o anche l’Istituto Tecnico.
  • Non abbiate paura: paura di cambiare quartiere o città? Di dividervi dai vostri amici? No grazie. Date un’opportunità a voi stessi e coltivate lo stesso quelle amicizie perché ne varrà la pena. Studiate insieme e rendete gli amici “lontani” parte della vostra vita, è molto più divertente così. La scelta delle superiori non è qualcosa per cui allontanarsi dagli amici.
  • Visitate le scuole: beh perché confrontarsi con qualcuno che ci è già passato o semplicemente vedere le aule vi potrebbe dare una mano. L’ambiente a volte è fondamentale per uno studio sereno e non vi metterà ansia per i prossimi cinque anni della vostra vita, o quattro. (Guardate qui).

Si è vero, possono sembrare tutti consigli campati per aria ma è una scelta importante. Potrebbe rendervi la vita futura molto più semplice. A tredici anni non è facile scegliere il proprio futuro e se sbagliate non c’è bisogno di farvi prendere dal panico, si può sempre rimediare. In bocca al lupo allora.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0