Tempo di lettura: 3 Minuti

Il prof Lorenzo Canale non percepisce lo stipendio da quattro mesi

Il prof Lorenzo Canale non percepisce lo stipendio da quattro mesi

Lorenzo Canale insegna da 20 anni. Si può tollerare una situazione del genere? #FacceCaso. Lorenzo Canale, 52 anni di Pisa insegna disegno e storia d

Pokemon, arriva PokeLand!
Salvini contro la Cattolica: “Ci hanno censurato”
Da oggi per insegnare bisognerà acquisire conoscenze pedagogiche: la decisione del Miur

Lorenzo Canale insegna da 20 anni. Si può tollerare una situazione del genere? #FacceCaso.

Lorenzo Canale, 52 anni di Pisa insegna disegno e storia dell’arte al liceo scientifico XXV Aprile di Pontedera. Fin qui tutto normale, se non fosse che da quattro mesi non percepisce lo stipendio.

Il professor Canale aspetta un accredito sul suo conto corrente in banca da settembre, ma nonostante sia quasi trascorso mezzo anno scolastico, non ha visto ancora un centesimo.

“Più volte mi sono rivolto alla segreteria della scuola ma nonostante i numerosi solleciti ad oggi resto ancora senza retribuzione. Per fortuna che ho le spalle coperte, altrimenti non saprei come tirare avanti”. Racconta Canale amareggiato.

“Mi sono rivolto anche ad un avvocato perché così non è possibile andare avanti. Ogni persona ha diritto a vivere del suo lavoro, ma questa regola non sembra adattarsi alla mia situazione”. Continua il prof.

Lorenzo Canale insegna da 20 anni. Si può tollerare una situazione del genere?

“Eppure di strada ne ho fatta. Da oltre due decenni sono un docente di scuola superiore, laureato, abilitato e primo in graduatoria per la seconda fascia relativa alla mia classe di concorso, che è disegno e storia dell’arte. Quest’anno sono stato chiamato a lavorare al liceo scientifico di Pontedera, il XXV Aprile. Come da procedura il dirigente scolastico ha convocato i candidati in graduatoria ed io essendo il primo davanti a tutti gli altri, che distanziavo di moltissimi punti, ho accettato l’incarico che mi spettava, ovvero una cattedra piena a 18 ore (con nove classi dalle prime alle quinte). Il mio contratto scade il 30 giugno 2018. Ho quindi immediatamente preso servizio: era il 26 settembre dello scorso anno e ho iniziato da subito la regolare attività didattica. Dopo poco ho ricevuto il contratto registrato, protocollato e firmato dal dirigente scolastico. Da allora ho adempiuto a tutti gli obblighi e doveri che questo comporta, docenza, ma anche collegi docenti, consigli di classe, ricevimenti generali dei genitori, senza mai mancare un impegno lavorativo, ma evidente qualcosa non ha funzionato altrimenti non sarei qui a raccontare quella che considero una profonda ingiustizia. Evidentemente qualcuno si è dimenticato di me”. Continua Canale.

Il dirigente scolastico Sandro Scapellato, ci tiene a sottolineare che il liceo NON HA ALCUNA RESPONSABILITÀ in merito alla questione.

“Come scuola e come dirigente sono pienamente a conoscenza che il professor Canale è senza stipendio da più di quattro mesi. La sua pratica è stata più volte sollecitata, come quella di altri insegnanti precari che si trovano nella sua stessa situazione in altre scuole. Il sollecito è stato rivolto alla Ragioneria Generale dello Stato di Pisa, il cui ufficio ci ha fatto sapere che la pratica in oggetto è in lavorazione. Mi rendo pienamente conto del disagio subìto dal professor Canale, ma noi come scuola abbiamo adempiuto a tutti gli obblighi di legge. Gli stipendi con tutti gli arretrati arriveranno, su questo non ci sono dubbi. È solo questione di tempo. Anch’io devo ancora ricevere il pagamento delle ore aggiuntive, rispetto a quanto previsto dal mio contratto. Personalmente mi spiace molto per il professor Canale, ma noi come scuola non abbiamo alcuna responsabilità per il mancato pagamento dei suoi stipendi arretrati”. Afferma Scapellato.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0