Tempo di lettura: 2 Minuti

Chef prodigio? Si chiama Flynn e ha diciannove anni

Chef prodigio? Si chiama Flynn e ha diciannove anni

Chi è lo chef prodigio di cui tutta l’America parla. La storia di Flynn McGarry. C’è un ragazzo di 19 anni al di là dell’oceano che tutti considerano

In Lombardia l’ Università dei Sapori
L’arte della cucina e del gusto italiani: perchè non studiarlo a scuola?
Massimaserie, il tuo locale, la tua “seconda casa”

Chi è lo chef prodigio di cui tutta l’America parla. La storia di Flynn McGarry.

C’è un ragazzo di 19 anni al di là dell’oceano che tutti considerano uno chef prodigio. Si chiama Flynn McGarry e a dodici anni aveva già iniziato a provare la cucina sperimentale a casa sua, con un piccolo ristorante. Piccolo solo per dimensioni, perché con solo 20 coperti al giorno un pranzo si aggirava intorno ai 160$.

Oggi per una cena da lui si pagano circa 155$, ha aperto un vero ristorante a New York, nel Lower East Side che si chiama Gem. Tutto è iniziato con una televisione, sempre sintonizzata sul canale Food Network e poi è andato avanti con YouTube ed un canale aperto per far vedere al mondo il talento naturale per la cucina di un piccolo dodicenne. Piano piano è arrivato a Forbes e al New York Times e a coloro che lo definiscono il Justin Bieber della cucina. #AH

Inizia così la storia dello chef prodigio più giovane d’America che ha appena investito i soldi guadagnati fino ad ora in un progetto ambizioso per i suoi diciannove anni. Un ristorante diviso in due parti, un bar più informale dove prendere un piccolo snack e un ristorante dove un menù degustazione costa quanto quello di Cracco, che a cinquant’anni ha appena perso una stella Michelin.

A diciannove anni non solo è stato capace di aprire un ristorante di tutto rispetto ma ha anche già lavorato e fatto apprendistato in alcuni dei ristoranti più importanti degli Stati Uniti, da Los Angeles a New York, dove tutti lo vogliono. È diventato anche d’ispirazione per un documentario che si chiama Chef Flynn che racconta il suo percorso (pazzesco, direi) dal 2014 ad oggi.

Uno chef prodigio? Sicuramente. Ma anche un grande esempio per tutti i ragazzi della sua età che vogliono seguirne il percorso, ma soprattutto seguire i propri sogni.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0