Tempo di lettura: 3 Minuti

Transgender con doppio libretto universitario? Siamo in Campania

Transgender con doppio libretto universitario? Siamo in Campania

Con la decisione del Consiglio Regionale della Campania, i transgender potrebbero avere un secondo libretto universitario. Abbiamo parlato delle catt

Maltempo, dramma a Napoli Fuorigrotta per la morte di uno studente
Molti casi e Scuola “contagiata”: nuovo lockdown in arrivo?
Identità di genere: 1 giovane su 40 si definisce transgender

Con la decisione del Consiglio Regionale della Campania, i transgender potrebbero avere un secondo libretto universitario.

Abbiamo parlato delle cattedre di storia dell’omosessualità (qui) e di come questo tema non sia stato solo un tabù, ma anche causa di prigione e molto spesso di punizioni corporali (qui). Oggi, però, siamo felici di parlarvi delle università campane e del loro progresso nei confronti delle persone transgender. Persone che hanno bisogno di tutela e di comprensione, soprattutto nel periodo del loro passaggio.

Sì, perché sarà possibile avere un secondo libretto universitario per gli studenti transgender, per coloro che non hanno ancora i documenti necessari dopo il periodo di transizione. La decisione è stata approvata dal Consiglio Regionale e lascia discrezionalità alle università singole. Ma l’importante è che l’unico voto contrario sia stato quello di Fratelli D’Italia, mentre tutti gli altri erano prontamente a favore. Niente discussioni, niente idee politiche solo un minimo di buonsenso ha portato tutti i consiglieri ad approvare una manovra così coraggiosa.

Le opinioni sono positive da parte di tutti, soprattutto da parte dei rappresentanti di Arcigay del territorio ma anche di coloro che fanno parte del consiglio. Perché sono riusciti a mettere da parte la rivalità politica per votare qualcosa che vada a tutelare coloro che hanno fatto una scelta difficile, ma fondamentale.

Soprattutto in un paese dove non si sta cercando di fronteggiare il problema ma dove non viene ancora riconosciuto. Un paese dove per campagna elettorale si promette di abrogare la legge sulle unioni civili, dove non si sta andando avanti. Bene, questo è un grandissimo passo avanti.
Anzi, una gran #Bellastoria.

Dobbiamo, però, ricordarci che la decisione finale spetta alle Università. Speriamo che non rendano vani i lavori del Consiglio Regionale e i passi avanti fatti fino ad ora. Non trovate?

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0