Tempo di lettura: 1 Minuti

Non veniva a scuola per accudire la mamma: prof furbetto beccato

Non veniva a scuola per accudire la mamma: prof furbetto beccato

Tra febbraio 2013 e maggio 2015 il docente si sarebbe assentato da scuola 458 giorni per “accudire la mamma”. #FacceCaso. Un professore furbetto del

Sciopero docenti per la sessione estiva, si salvi chi può!
Aggressioni dei prof: succede nel 10% dei casi
Sostegni economici all’università di Camerino dopo il terremoto

Tra febbraio 2013 e maggio 2015 il docente si sarebbe assentato da scuola 458 giorni per “accudire la mamma”. #FacceCaso.

Un professore furbetto del liceo scientifico “Tassoni” di Modena sarà costretto a versare al ministero dell’Istruzione un milione e 218mila euro. Lo ha stabilito la Corte dei Conti dopo alcune indagini patrimoniali.

Tra febbraio 2013 e maggio 2015 il docente si sarebbe assentato da scuola 458 giorni per “accudire la mamma”. Permessi che in teoria la Legge prevede, così, in questo periodo di tempo, il professore avrebbe percepito quasi 56mila euro di stipendio.

A maggio 2013 però, in piena attività scolastica, il prof ha però lasciato l’Italia per recarsi in Medio Oriente: un viaggio offerto dalla banca per cui fa il promotore finanziario fin dalla metà del dicembre 1992.

Di quei 56mila euro percepiti quindi, dovrà restituirne 1216 per la settimana di assenza che non poteva essere ricondotta all’assistenza della madre.

Parliamo della sua attività di promotore. La procura sostiene che si tratti di un incarico incompatibile con quello di dipendente pubblico. E se anche lo fosse andrebbe preventivamente autorizzato dal dirigente scolastico.

La Procura ha inoltre scoperto che per l’attività di promotore finanziario svolta nei periodi di assenza dell’autorizzazione scolastica, avrebbe percepito compensi per un totale di 1.216.996 euro.

Da qui il salato rimborso. Furbetto beccato. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0