Tempo di lettura: 1 Minuti

Manuale genitori-figli: come vivere nell’era digitale

Manuale genitori-figli: come vivere nell’era digitale

Per rispondere all’era digitale arriva il manuale genitori-figli. I consigli per usare internet nel modo giusto. Viviamo in un modo altamente digital

Snapchat adesso soffre
Religione: sempre più studenti non la seguono
Cosa sarà della Ricerca e Università nel futuro governo?

Per rispondere all’era digitale arriva il manuale genitori-figli. I consigli per usare internet nel modo giusto.

Viviamo in un modo altamente digitale, dove un telefonino di una certa marca può cambiare il modo di vedere una persona. Un mondo dove cambiano le relazioni tra due ragazzi o anche le relazioni tra genitori e ragazzi. C’è bisogno di un manuale, un manuale genitori-figli. E proprio per questo nascono sempre di più le iniziative per adattarsi al mondo digitale, per modificare quei rapporti. Quando ero più piccola l’attenzione era focalizzata sulla televisione, ora sui tablet e sugli smartphone.

Una di queste iniziative è quella che si terrà a Correggio, in provincia di Reggio Emilia, dove verrà presentato un libro, anzi, una sorta di manuale per le relazioni tra genitori e figli nell’era digitale. L’evento sarà accessibile a tutti coloro che vogliono migliorare i rapporti con i “nuovi figli” ed educarli all’uso corretto di internet e dei suoi marchingegni.

Perché internet può essere qualcosa di utile e di bello, e vietarlo non avrebbe alcun senso. Bisogna quindi imparare ad usarlo. Parliamo di un manuale genitori-figli per non cadere nelle trappole scontate dell’era digitale.

Non parliamo solo dell’uso di internet, ma anche della navigazione consapevole e dell’educazione alle immagini e ai social network. È importante insegnare il corretto funzionamento di tutto questo per evitare inconvenienti, come le fake news, come l’uso smodato di internet o quello diseducativo. Noi siamo abituati a stare davanti ad uno schermo, ma sappiamo insegnarlo a qualcun altro? Non lo so, io non sono stata molto in grado di insegnarlo a mio fratello, anche se, a quanto pare sono già “vecchia”. Per esempio, un bambino l’altro giorno mi ha guardato male perché non sapevo che le puntate di Peppa Pig si potessero trovare anche su Youtube.

Sì, sono decisamente vecchia.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 2
  • comment-avatar
    Marco T. 3 anni

    Scusa Benedetta, si può avere il link di questo “evento”?
    Grazie.

  • comment-avatar

    Gentile Marco,
    mi scuso per la poca tempestività nel rispondere. Comunque l’unico link che ho trovato è questo: https://eventi.comune.re.it/eventi/evento/educare-alle-immagini-e-ai-media-per-diventare-cittadini-consapevoli/
    Benedetta

  • DISQUS: 0