Tempo di lettura: 1 Minuti

Che senso ha diffondere in rete Fake News con l’intento di disinformare?

Che senso ha diffondere in rete Fake News con l’intento di disinformare?

Hai mai pensato di diventare ricco diffondendo bugie e falsità create per fini politici, economici o perché no, entrambi? #FacceCaso. Wikipedia mi su

Consegna certificati vaccini entro il 10 settembre
Vita di coppia e vita più lunga. W la vita al TG USA 2.0
E dopo gli stop di Trump Google richiama i dipendenti dai paesi islamici

Hai mai pensato di diventare ricco diffondendo bugie e falsità create per fini politici, economici o perché no, entrambi? #FacceCaso.

Wikipedia mi suggerisce che la Fake News, letteralmente, è una di quelle notizie inventate, ingannevoli o che raccontano una realtà distorta.

Che senso ha diffondere in rete delle bufale con l’intento di disinformare? Questo è uno dei quesiti moderni al quale è difficile trovare una risposta. Quel che è certo è che con lo sviluppo dei social media, oltre all’aumentare della diffusione delle notizie, sono cresciute esponenzialmente anche le notizie false.

Probabilmente, una delle risposte più quotate, è fare i soldi. Hai mai pensato di diventare ricco diffondendo bugie e falsità create per fini politici, economici o perché no, entrambi?

Magari tu no perché non hai una mente così diabolica. L’Università di Cambridge sì. Questa, ti giuro, non è una Fake News. Qualche giorno fa l’ateneo ha creato il videogame Bad News offrendo corsi per diventare esperto in materia di bufale.

-Di che si tratta?-

Un semplice gioco online con l’intento di ottenere il maggior seguito possibile creando e condividendo sui social notizie inventate, ma credibili, verosimili come i Promessi Sposi.

I vertici del Social Decision Making Lab dell’ateneo, sono convinti che il gioco permetterà di conoscere tutti i segreti delle fake news fornendo agli utenti la formazione necessaria per evitarle e non cadere nella trappola.

Il nobile intento del gioco è infatti quello di formare utenti consapevoli in grado di proteggersi dai pericolosi effetti delle notizie farlocche.

-Il gioco-

Lo scopo è collezionare il maggior numero di follower condividendo notizie false stando attenti a non perdere di credibilità.

Per vincere dovrai metterti alla prova e superare sei diversi livelli. Al termine della prova la tua coscienza verrà sottoposta ad una serie di quesiti. Ti senti soddisfatto o in colpa per aver diffuso un’informazione falsa?

Non c’è il rischio di prenderci gusto. Il gioco resterà online solo per sei mesi. Giusto il tempo di analizzare i comportamenti dei giocatori e valutare miglioramenti nella loro capacità di riconoscere le notizie false.

Speriamo che questo tentativo di “salvare gli utenti dalle bufale” non sforni altri untori della disinformazione

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0