Tempo di lettura: 3 Minuti

Un supermercato senza plastica è possibile

Un supermercato senza plastica è possibile

Ha aperto ad Amsterdam un supermercato senza plastica. 680 prodotti in confezioni biodegradabili, è guerra all’inquinamento. Siamo abituati a un cons

Al cinema con la Realtà Virtuale
Alessia Conciatori è la giovane manager italiana di artisti internazionali e di successo
San Marino come Amsterdam

Ha aperto ad Amsterdam un supermercato senza plastica. 680 prodotti in confezioni biodegradabili, è guerra all’inquinamento.

Siamo abituati a un consumo di plastica smodato, prodotto difficilmente riciclabile, e quindi altamente inquinante. Eppure da decenni si cercano modi per far impattare meno possibile i costi per l’ambiente causati dal consumo di massa di prodotti inutili. Un supermercato senza plastica, aperto da poco in Olanda, ci dimostra che un’alternativa ecologica è possibile, se non obbligatoria.

Si chiama Ekoplaza, primo supermarket totalmente biologico, in cui è stato inaugurato il reparto plastic-free, in cui 680 prodotti vengono distribuiti senza l’utilizzo della plastica nella confezione, ma solo imballaggi come vetro, metallo e carta.
Al centro dei prodotti carne, riso, salse, latticini, frutta e verdura, che sono stati scelti per questo test. Si prospetta un’estensione ad altri 74 supermercati della catena in tutto il paese.

La domanda vera è se si riuscirà a mandare un messaggio concreto alla voglia di cambiare l’inquinamento enorme in corso.
Il Ceo di Ekoplaza, Erik Does, ha voluto spiegare l’iniziativa parlando al Guardian. “Sappiamo che i nostri clienti sono stanchi di prodotti carichi di strati di plastica. I reparti plastic free sono un modo innovativo di testare i biomateriali compostabili che offrono un’alternativa più rispettosa dell’ambiente”.

In generale tale iniziativa porta la cofirma di un gruppo ambientalista, A Plastic Planet, che ha contribuito attivamente all’idea, cercando di far capire ai consumatori che un mondo con meno plastica è possibile. Noi continuiamo a lamentarci che i sacchetti costano 0,02 centesimi.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0