Tempo di lettura: 3 Minuti

Vero è la nuova app  del momento

Vero è la nuova app del momento

Si chiama Vero l’app considerata anti Instagram. Assomiglia a quest’ultima, ma scopriamola davvero nei dettagli. Vero potrebbe essere il nuovo che av

Scuola: scioperi in vista 8 e 17 marzo
La scuola multietnica
Instagram, le stories per le scuole!

Si chiama Vero l’app considerata anti Instagram. Assomiglia a quest’ultima, ma scopriamola davvero nei dettagli.

Vero potrebbe essere il nuovo che avanza? Lo scopriremo solo vivendo cantava Battisti, ma per adesso sta facendo boom di downloads. Questa nuova app, considerata l’anti Instagram da cui riprende vari aspetti, è stata scaricata solo negli Stati Uniti oltre 600.000 volte. Nonostante non sia nuova (nata nel 2015), all’improvviso sembra essere però diventata conosciuta.

Quali sono gli elementi caratteristici in comune con Instagram? I principali senza dubbio: condivisione di immagini, hashtag, geolocalizzazione e commenti. La differenza sta invece nella possibilità del music sharing, piazzando un link cliccabile in descrizione.
Inoltre tre sono pilastri che la rendono unica e innovativa. La privacy è al centro dell’esperienza digitale, in quanto manca la pubblicità e conseguentemente la raccolta dati utenti. Non voglio nulla di noi, perché non lo devono dare a nessuno. Email, numero di telefono e un nome, basta così.

Il guadagno ad oggi non c’è, se ve lo stavate chiedendo, ma in pratica si vorrebbe far pagare un piccolo abbonamento di qualche dollaro l’anno ( potrebbe essere effetto boomerang ).
Sapete chi l’ha creata? Se pensate qualche nuova startup di nerd nella Silicon Valley, vi sbagliate, dietro c’è invece Ayman Hariri, figlio dell’ex primo ministro libanese Rafik Hariri con patrimonio di 1,33 miliardi di dollari.
Altra unicità è la gestione contatti, poiché permette di distinguere tra amici, conoscenti e followers. In questo modo si permette di creare maggior sincerità intorno a noi, con più spazio a chi è veramente amico.

Intanto spinge forte su App Store e Google Play, vedremo se anche in Italia arriverà.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0