Tempo di lettura: 3 Minuti

Come destreggiarsi nel mondo dei corsi di giornalismo?

Come destreggiarsi nel mondo dei corsi di giornalismo?

Raccontare, dare parola a chi non la ha, cercare la verità: questo è il giornalismo. Utile e ormai (quasi) obbligatorio è un corso di giornalismo. Di

EduOpen: un nuovo modo per seguire la lezione
Alma Mater propone nuove lauree internazionali
Arriva il riconoscimento del diploma universitario in cultura ebraica

Raccontare, dare parola a chi non la ha, cercare la verità: questo è il giornalismo. Utile e ormai (quasi) obbligatorio è un corso di giornalismo.

Diventare giornalista è il sogno di tantissimi ragazzi che però spesso non sanno come iniziare. Non è difficile, infatti, che molti decidano poi di tenere il sogno del giornalismo nel cassetto, rinunciando ad uno dei “mestieri” più belli del mondo, anche se di mestiere in senso stretto non si può parlare, piuttosto di vocazione.

Tali sono le premesse per poter sostenere, e il passato può confermare, che per essere giornalista non serve un titolo. Fino a non pochi anni fa, infatti, un giornalista era tale per il lavoro di redazione e la formazione svolta sul campo.

Negli anni, tuttavia, le cose sono molto cambiate. Complice la crisi dei giornali stampati, sempre meno le redazioni assumono giovani per formarli.

Ora la possibilità di fare il giornalista passa per altre strade: i corsi di giornalismo

A riguardo, è bene differenziare quei corsi che mirano esclusivamente a fornire le competenze di base per fare il giornalista e quelli che assicurano  anche la possibilità di svolgere l’esame per diventare giornalista professionista, in quanto validi come pratica all’interno di una redazione.

Solo le scuole riconosciute dall’ordine dei giornalisti garantiscono la possibilità di avere le carte in regola per svolgere poi l’esame. Gli altri corsi possono fornire competenze utili per poi iniziare il praticantato di 18 mesi all’interno di una redazione. C’è da dire, però, che il numero di scuole riconosciute non è alto e, per di più, entrare non è facile, vuoi per la selezione preliminare, vuoi per i costi .

Non è detto, poi, che si voglia diventare giornalisti professionisti, in quanto esiste la possibilità di essere iscritti all’albo dei pubblicisti.

Se, dunque, non si hanno le idee chiare e magari si sta ancora finendo di studiare, potrebbe essere più consigliato iscriversi ad uno dei tantissimi corsi di giornalismo, a patto di informarsi sempre prima.
Se, invece, si è certi di voler fare professionalmente il giornalista, e quindi avere tutte le carte in regola per esibire il rispettivo titolo di giornalista professionista, le scuole di giornalismo rappresentano la scelta più adeguata,  sempre che non si riesca a trovare una testata che cerchi qualche praticante.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

 

 

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0