Tempo di lettura: 2 Minuti

Women’s day: le storie di chi ti cambia la vita

Women’s day: le storie di chi ti cambia la vita

Women's day. Io ho scelto le mie tre donne ispiratrici e tu? Women's day? Non sono mai stata un'accanita femminista, anzi. Ho sempre pensato che, in

Frolla: la pasticceria dove i biscotti sono preparati da ragazzi disabili
Libri Come : dal 15 al 18 Marzo Roma incontrerà libri, autori e lettori all’Auditorium
La grande fuga (da scuola)

Women’s day. Io ho scelto le mie tre donne ispiratrici e tu?

Women’s day? Non sono mai stata un’accanita femminista, anzi. Ho sempre pensato che, in questo momento della storia, la parità di genere si raggiunge senza il femminismo. Mi facevo chiamare presidente, invece che presidentessa quando lo ero nell’associazione universitaria. Adesso, mi piace la qualifica “redattore” e non redattrice. Però ci sono state delle donne che mi hanno segnato, e anche tanto. Volete sapere chi sono? Andate avanti!

Nilde Iotti: chi? Direte voi. È una politica, come non poteva mancare per me che studio queste cose. Ma prima di essere stata la prima donna ad essere presidente della Camera dei Deputati dal 1979 al 1992 è stata una partigiana, dopo l’8 settembre ed ha diretto il gruppo Unione donne Italiane. È un simbolo della resistenza e anche della Repubblica.

Meryl Streep: eh vabbè, lei non ha bisogno di presentazioni. È una donna modello anche solo per la sua immensa carriera cinematografica. Ha il record delle candidature ai Golden Globe e ne ha vinto uno alla carriera. Niente male vero? Anche l’impegno sociale esiste, soprattutto nella comunità LGBT dove è diventata un’icona e una vera e propria rappresentante.

Alexandra Raisman: campionessa olimpica di ginnastica artistica a Londra 2012 e Rio 2016. Io e Aly condividiamo una sola cosa, l’età. Ci separano appena cinque mesi. Sapete perché la trovate in questa grande triade? Perché è stata una delle ragazze della USA Gymnastics che ha denunciato il fisioterapista della squadra per molestie sessuali. Insieme a lei tante altre ragazze si sono poi accodate, ma lei continua a fare ginnastica e continua a portare avanti una campagna per far sì che le ragazze parlino e raccontino degli abusi, a scuola, in palestra, in ufficio.

Sono tre personaggi estremamente diversi, che si sono impegnate in cose estremamente diverse. Ma oggi è la festa della donna, il Women’s day chiamatelo come vi pare, era giusto festeggiare le mie donne più importanti. E le tue?

(pus guardate qui)

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0