Tempo di lettura: 1 Minuti

Una scuola da 100 libri

Una scuola da 100 libri

Donare 100 libri per arricchire la biblioteca di una scuola? Oggi si può, ed è un progetto attivo in tutta Italia. Panorama e Mondadori si sono messi

Dieta vegana anche a scuola? Ma basta
Rapporto 2020 AlmaLaurea: che succede ai giovany laureati?
Violenza sugli insegnanti, il troppo stroppia

Donare 100 libri per arricchire la biblioteca di una scuola? Oggi si può, ed è un progetto attivo in tutta Italia.

Panorama e Mondadori si sono messi insieme per arricchire il patrimonio libri delle biblioteche delle scuole. Ma non si tratta di donare semplicemente libri, c’è anche un contest a cui possono partecipare tutti gli studenti. Una semplice domanda, trenta righe, e tutta la passione per la lettura per rispondere. L’iniziativa si chiama “100 libri per una scuola”.

Di che domanda parliamo? Qual è il tuo libro preferito e perché vorresti che fosse donato alla tua scuola? Una richiesta apparentemente semplice a cui rispondere ma che deve mostrare la volontà dei ragazzi di leggere e di riscoprire quello che un vero libro di carta può donare.

Oltre alla donazione di libri, le migliori risposte verranno pubblicate sul sito di Panorama, dopo aver letto le mail inviate dai ragazzi. Panorama e Mondadori stanno facendo il giro d’Italia e proprio durante le tappe di questo viaggio consegnerà il premio ai vincitori.

100 libri per una scuola è un’iniziativa dinamica e anche un po’ innovativa, soprattutto per i ragazzi di oggi, che hanno poco rapporto con i libri cartacei. Anzi, forse con i libri in generale. Allo stesso modo potrebbe essere un pretesto per arricchire le biblioteche scolastiche, piene di libri ma poco usate. Davvero poco usate.

Io non sono quasi mai andata in biblioteca nella mia scuola. Anche se quello stanzone pieno di scaffali mi ha sempre attirato molto. Quando chiedevamo il permesso per andare ci rispondevano quasi sempre di no, senza un apparente motivo. #Malemale

Possiamo leggere sul kindle, sull’Ipad o sul Pc, ma la magia di tenere in mano un libro fatto di pagine vere non potrà mai essere sostituita da uno schermo. Io ci credo davvero in questa cosa, e tu?

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0