Tempo di lettura: 1 Minuti

Marocco: scuola in rivolta contro due ragazzi che si sono baciati

Marocco: scuola in rivolta contro due ragazzi che si sono baciati

Ti sembra giusto? La prossima volta che ti lamenterai, #FacceCaso. Delle volte non ti rendi conto di quanto tu sia fortunato a vivere in un Paese in

Basta pregiudizi sulle infermiere
L’ Umbria paga ricercatori
Rep@Scuola 2019 a gonfie vele!

Ti sembra giusto? La prossima volta che ti lamenterai, #FacceCaso.

Delle volte non ti rendi conto di quanto tu sia fortunato a vivere in un Paese in cui puoi essere libero. Sono sicura che tu abbia pensato almeno un volta che la scuola limita la tua libertà di espressione, ma ti rendi conto che in classe puoi parlare con chi ti pare, fare amicizia, litigare con i tuoi compagni, trovarti un fidanzatino.. sappi che tutto ciò non è scontato. In Marocco ad esempio, due studenti sono stati cacciati dalla scuola colpevoli di essersi baciati durante la ricreazione. 

La vicenda risale ad ottobre, quando i due fidanzatini, studenti del liceo Mohammed V, si erano scambiati un bacio, ripresi dai telefonini dei compagni di classe. 

I due ragazzi sono stati immediatamente sospesi e poi fatti rientrare a scuola per continuare a seguire le lezioni. La scelta di farli tornare in classe non è stata presa bene dai genitori degli alunni e nemmeno dagli insegnanti.

Riammetterli a scuola è stata considerata un’apertura esagerata e diseducativa. Nonostante i ragazzi siano stati puniti con lavori di pubblica utilità, gli studenti hanno risposto con atti vandalici per protesta. Il liceo è stato completamente devastato, in pratica per questi giovani un bacio non è lecito ma il vandalismo sì.

Senza contare che i docenti hanno scioperato e sporto denuncia. La dirigente scolastica nel frattempo è stata sospesa per non aver saputo gestire al meglio la situazione.

Ti sembra giusto? La prossima volta che ti lamenterai,

#FacceCaso. 

Di Francesca Romana Veriani 

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0