Tempo di lettura: 2 Minuti

” Riciclala “, il nuovo gioco in cui in gioco c’è la tutela dell’ecosistema marino

” Riciclala “, il nuovo gioco in cui in gioco c’è la tutela dell’ecosistema marino

A Genova parte la missione di educazione ambientale. A giudicare dal nome sembrerebbe uno di quei giochi di strada o di spiaggia ideato da qualche ba

Storia: quali libri usare?
Piemonte da record: 224 scuole per “La scuola al centro”

Discussione online? Ti racconto la mia esperienza alla Luiss!

A Genova parte la missione di educazione ambientale.

A giudicare dal nome sembrerebbe uno di quei giochi di strada o di spiaggia ideato da qualche bambino particolarmente fantasioso. Invece ” riciclala ” è si un gioco, ma con un intento più nobile di una normale attività ludica.

Il suo scopo è infatti quello di partire dall’educazione ambientale per salvaguardare l’ecosistema marino e la sua diversità. Il progetto è stato creato da Corepla-Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, Amiu e Comune di Genova negli spazi dell’Acquario di Genova.

Questa sarà un’attività didattica per le scuole secondarie di I grado, composta da un ciclo di incontri che si terranno tra aprile e maggio. Parteciperanno 18 classi delle scuole elementari e medie dei 9 Municipi cittadini, dove incontreranno educatori ambientali che li formeranno sulla raccolta differenziata ed il riciclo.

Ma in cosa consisterà questo incontro? Ogni classe avrà la possibilità di partecipare alla pulizia e al monitoraggio della quantità e della tipologia di rifiuti presenti.

“L’educazione alla raccolta differenziata e le azioni di pulizia delle spiagge aiutano i ragazzi a comprendere i comportamenti che ogni cittadino può mettere in campo per tutelare i nostri mari”.  Dichiara Massimo di Molfetta, responsabile delle Relazioni col Territorio di Corepla.

“La plastica arriva in mare per una mancata gestione della terra. Il 90% giunge nei mari da 10 fiumi, di cui nessuno è europeo. In Italia nello scorso anno l’83% degli imballaggi è stato recuperato, e quanto non recuperato purtroppo è finito in discarica. La plastica recuperata diventa nuova materia prima per la produzione di manufatti, salvaguardando risorse fossili e incrementando l’occupazione.”

Dal 25 ottobre al 4 novembre in occasione del Festival della Scienza, Genova ospiterà Casa Corepla, alla struttura itinerante rivolta a scuole e famiglie per favorire la conoscenza del ciclo completo degli imballaggi di plastica, dalla loro progettazione alla seconda vita sotto forma di oggetti riciclati.
Un’attività che incarna in sé altruismo e generosità, e in un momento in cui la spazzatura la si ha nel cuore (per dirla alla Buffon) è davvero un gran bel gesto.

#FacceCaso.

Di Emanuele Caviglia 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0