Tempo di lettura: 3 Minuti

Pistola giocattolo: terrore a Napoli

Pistola giocattolo: terrore a Napoli

Episodio di terrore a Napoli, dove un ragazzo si è presentato a scuola con una pistola giocattolo. Mattinata non facile a Frattamaggiore, quella del

Gita a Firenze per i ragazzi di Amatrice
Drone più grande al mondo? JD.com lo inventa in Cina
Altro giro, altre tech news

Episodio di terrore a Napoli, dove un ragazzo si è presentato a scuola con una pistola giocattolo.

Mattinata non facile a Frattamaggiore, quella del ventiquattro aprile, dove un ragazzo di tredici anni è entrato a scuola con una pistola giocattolo, spargendo non poco spavento.

Dopo quello che è successo nella Forest Park High School in Florida (ve ne avevamo parlato qui) e soprattutto il dibattito sull’uso delle armi, questo episodio arriva a scombussolare tutta l’Italia. Il tredicenne è entrato all’istituto comprensivo Mazzini-Capasso di Frattamaggiore con la pistola nello zaino e l’ha mostrata ad alcuni suoi compagni di classe, subito sono arrivati i docenti e la dirigente scolastica che hanno segnalato quello che è successo.

La preside ha commentato l’accaduto su Facebook, ritenendo che quello che è successo è un episodio che non deve accadere di nuovo, proprio per questo sono state avvertite le forze dell’ordine che sono intervenute. Il ragazzo è stato segnalato al Tribunale dei Minori che hanno poi avvertito i genitori di quello che è successo.

Qualcosa di pericoloso, che potrebbe ricollegarsi a tutto il fenomeno delle baby gang che è scoppiato in quest’ultimo periodo. Non solo pericoloso, ma anche che fa riflettere. Sull’onnipotenza dei ragazzi a cui è permesso di fare quasi tutto, senza nessun limite. Si parla di rispetto per l’istituzione scolastica, per chi ci lavora e anche per i compagni, che avrebbero potuto evitare una mattinata così spaventosa.

Speriamo che non si senta di nuovo qualcosa del genere. Né a Napoli né altrove.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0