Tempo di lettura: 2 Minuti

Francia: continuano le proteste contro Macron

Francia: continuano le proteste contro Macron

Altra università occupata in Francia, contro la riforma di Macron. Siamo a Nanterre, dove gli esami non si svolgeranno. Continuano le proteste in Fra

Erasmus tra i licei in Europa. Partecipiamo con l’Amaldi
Alla scoperta della Scuola Romana dei Fumetti
UniTorino : partito il primo corso di studi sulla Storia dell’ omosessualità

Altra università occupata in Francia, contro la riforma di Macron. Siamo a Nanterre, dove gli esami non si svolgeranno.

Continuano le proteste in Francia, dove il presidente Emmanuel Macron ha introdotto qualche tempo fa la riforma dell’accesso all’università. Secondo il capo dello stato è stato necessario inserire il numero chiuso per gli atenei francesi, ma questo non è andato giù agli studenti e ai professori di tante università in giro per il paese.

I disordini sono iniziati già a fine marzo, quando dei ragazzi stavano occupando la loro facoltà e sono stati aggrediti da dei soggetti incappucciati. Da lì sono iniziate anche le proteste più violente che hanno caratterizzato questi ultimi mesi e che hanno coinvolto tutto lo stato francese da Nord a Sud.

Le proteste vanno avanti e anche ci sono stati ancora dei problemi. Gli esami della facoltà di Nanterre, infatti, sono stati spostati ad Arcueil dove però hanno incontrato altri ragazzi che hanno deciso di occupare. È saltato, quindi, il parziale di storia del diritto che non si terrà. Nonostante il cambio di luogo la situazione non si sblocca.

La Francia sta attraversando un momento particolare, oltre alla protesta degli universitari ci sono anche le proteste dei ferrovieri (te ne avevamo parlato qui) e dei piloti dell’Air France. Il “nuovo” presidente Macron non riesce a placare questo momento di crisi e anzi perde qualche punto di popolarità, dopo la sua elezione clamorosa contro Marine LePen.

Europa ma non solo quella, Macron dovrebbe guardare alla situazione di dissenso nel proprio paese. Vediamo cosa succederà. Per adesso le università maggiori sono occupate, gli esami non ci sono e nemmeno le lezioni.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0