Tempo di lettura: 2 Minuti

Il Garante in difesa del diritto degli studenti

Il Garante in difesa del diritto degli studenti

Nonostante i docenti si sono impegnati a garantire almeno un appello nella sessione estiva, i disagi ci saranno comunque. #FacceCaso. Vorrei che i pr

Vuoi specializzarti in Diritto Agroalimentare! Ecco qui la tua opportunità!
Sapienza: appuntamenti da lunedì 11 a domenica 17 febbraio
Sapienza: cos’è il bonus famiglia?

Nonostante i docenti si sono impegnati a garantire almeno un appello nella sessione estiva, i disagi ci saranno comunque. #FacceCaso.

Vorrei che i professori si mettessero nei nostri panni. Ma con che coraggi scioperate procurando un disagio a noi, studenti, che con il governo e con le leggi non abbiamo niente a che fare? Dove è finito il nostro diritto? 

Il sindacato Link ci è venuto in soccorso e nelle scorse settimane ha lanciato una petizione in difesa del diritto allo studio. 

La proposta è permettere a chi non è riuscito a raggiungere il numero minimo di esami necessario per poter presentare domanda per una borsa di studio entro la scadenza del 10 agosto, di presentarla comunque con riserva.

Nonostante i docenti si sono impegnati a garantire almeno un appello nella sessione estiva, i disagi ci saranno comunque. E a risentirne maggiormente saranno le fasce più deboli: borsisti e studenti-lavoratori.

Stavolta è entrata in gioco anche l’Udu. Ha chiesto l’intervento dell’Autorità di garanzia affinché chieda ai docenti di sospendere lo sciopero.

“Ribadiamo la nostra vicinanza al merito delle rivendicazioni della docenza ma continuiamo a essere fortemente contrari ai metodi di protesta individuati. Lo pensavamo prima e ancor più ora col realizzarsi dello stallo nella formazione di un governo: i promotori non hanno alcun interlocutore con cui negoziare pertanto lo sciopero sarebbe davvero una inutile e ingiusta punizione per gli studenti”. Dice Elisa Marchetti.

Insomma, i docenti hanno ragione a protestare ma senza governo non si troveranno soluzioni in tempi brevi quindi perché prendersela con noi? 

#FacceCaso. 

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0