Tempo di lettura: 1 Minuti

Perchè per gli Italiani la lingua inglese è così difficile?

Perchè per gli Italiani la lingua inglese è così difficile?

In effetti lo studio della lingua inglese sta incontrando sempre più problematiche all'interno del nostro sistema. Andiamo a vedere se esiste una solu

Che cosa sta succedendo in Bielorussia dopo le elezioni del 9 agosto 2020?
L’Aquila: tasse in aumento per i fuori corso
Instagram attacca le fabbriche di likes

In effetti lo studio della lingua inglese sta incontrando sempre più problematiche all’interno del nostro sistema. Andiamo a vedere se esiste una soluzione…

È risaputo che nel nostro Paese il livello di lingua inglese non sia molto elevato; è poca la percentuale delle persone che risultano avere un Inglese fluente ed è quindi troppo alta la proporzione di chi ha un livello base ed aspetta un obiettivo per doverlo imparare.

Infatti oltre al fatto che la preparazione non è molto elevata, molti non hanno neanche l’intenzione di studiare la Lingua Inglese, salvo poi trovarsi nella necessità di farlo, magari per non perdere un’importante opportunità lavorativa, e doversi iscrivere ad un corso di Inglese.

Ma perché per gli Italiani risulta così difficile lo studio della Lingua Inglese?

– Il doppiaggio –

Vi sono in realtà molteplici fattori; primo fra tutti il doppiaggio.
Si può infatti notare, nei Paesi in cui la televisione è interamente doppiata nella propria lingua, che il livello di Inglese è molto basilare, mentre nei Paesi in cui i film e programmi sono trasmessi in lingua originale vi è quasi un bilinguismo in quanto l’orecchio è abituato sin da quando si è piccoli a sentire i suoni reali della lingua inglese.

Ascoltare l’Inglese sin dall’infanzia permette di imparare inconsciamente e tante parole, modi di dire, costruzioni vengono praticamente memorizzate in maniera intuitiva; lo studio grammaticale è un qualcosa in più che permette di completare la Lingua studiando con precisione le costruzioni corrette. Quindi il doppiaggio in Italia penalizza molte persone; solo chi da adulto inizia a guardare film in lingua originale si rende davvero conto della sostanziale differenza anche solo nel percepire meglio ciò che il regista vuole trasmettere.

– Il programma scolastico –

Il secondo motivo per cui nel nostro Paese l’Inglese è ancora così indietro è la struttura del programma scolastico.
L’approccio, per la maggior parte dei ragazzi risulta essere negativo e noioso; sin dalle basi lo studio dell’Inglese nella maggior parte degli Istituti viene sviluppato in maniera esclusivamente teorica senza mai permettere di praticare la Lingua. Studiare per troppi anni la grammatica svolgendo molti esercizi e non applicando mai l’Inglese diventa quasi imparare a memoria, ecco perché molte persone quando dopo anni provano a parlare hanno un vero e proprio blocco dovuto alla netta dimenticanza delle cose apprese e ad un’insicurezza che si insinua nel tempo dovuta alla mancanza di allenamento.

Andando avanti negli anni, per esempio al liceo, viene inserita nel programma della Lingua Inglese la letteratura, anche se questa andrebbe affrontata assolutamente con un livello più elevato del livello scolastico A2 solitamente raggiunto in quel momento. I docenti inoltre non sono quasi mai di Madrelingua e questo non agevola nell’apprendimento reale della fonetica e della pronuncia.

Il rifiuto per l’Inglese è quindi spesso dovuto alla mancanza di risultati che creano quindi un’insicurezza e la convinzione di non essere portati per la lingua.

In realtà per appassionare e coinvolgere maggiormente chi approccia l’Inglese a scuola basterebbe far vivere questa lingua come un mezzo di comunicazione e non come una materia, incentrando l’apprendimento più sulla conversazione e sull’ascolto che su grammatica e letteratura, che in minor parte andrebbero comunque studiate.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0