Numero chiuso e UniMilano: com’è andata a finire?

Numero chiuso e UniMilano: com’è andata a finire?

Dopo le varie polemiche, ricorsi e sentenze del TAR del Lazio arriva la soluzione (quasi) definitiva per UniMilano. Vediamo di che si tratta. Il diba

La parità salariale per le giovani islandesi non è più una preoccupazione!
Cinque fake news per raccontare un anno: 2017
Airbnb Trips: le vacanze autorganizzate

Dopo le varie polemiche, ricorsi e sentenze del TAR del Lazio arriva la soluzione (quasi) definitiva per UniMilano. Vediamo di che si tratta.

Il dibattito sul numero chiuso non accenna a diminuire. In Francia le maggiori università sono in stop per la decisione del presidente Macron, in Italia Udu (Unione degli Universitari) aveva fatto ricorso al tribunale del Lazio. Perché? Perché il Senato accademico di UniMilano, l’Università Statale, aveva introdotto il numero chiuso per le facoltà umanistiche. E questo, agli studenti, non andava proprio giù. FacceCaso te ne aveva parlato anche qui, ma oggi ci sono delle novità che potrebbero portare ad una (quasi) soluzione.

Ti ricordi cosa è successo? Velocemente te lo spiego io, il Senato accademico aveva introdotto il numero chiuso per la maggior parte delle facoltà umanistiche. Le proteste avevano scosso l’ateneo, e sia studenti che professori si erano messi contro questa decisione. Udu ha fatto ricorso al Tribunale Amministrativo del Lazio chiedendo la sospensione del provvedimento che è avvenuta, nel maggio 2017. L’Università decide di non continuare l’azione giudiziaria e rinuncia al ricorso in Consiglio di Stato, step finale per le decisioni di carattere amministrativo.

Ora cosa succede? Semplicemente sono mutate le condizioni poste dal MIUR. Eh già, il rettore aveva dato come spiegazione che il rapporto studenti/docenti non corrispondeva agli standard del Ministero, ma ora queste condizioni sono cambiate. Ultimamente sono stati modificati i vincoli posti per l’apertura di nuovi corsi di laurea, prima doveva esserci un numero preciso di docenti per poter aprire un corso, rendendo necessario il numero chiuso in altri dipartimenti. Ora i criteri non sono così stringenti per cui l’UniMilano può dare il via a nuove lauree anche con un numero minimo di docenti.

La questione del numero chiuso, quindi, è stata solo rimandata perché il vero problema rimane. Per adesso, però, tutti sembrano contenti.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0