Tempo di lettura: 3 Minuti

Campioni nello sport e nello studio, ecco i laureati mondiali

Campioni nello sport e nello studio, ecco i laureati mondiali

Oggi scattano i Mondiali di Calcio in Russia e noi andiamo a scoprire quali sono i calciatori che oltre che sul campo hanno vinto anche nello studio.

Mata lancia l’appello: l’1% dell’ingaggio dei calciatori in beneficenza
Veni, Vidi, Vicerunt: cronaca del match di sabato 17 Dicembre
A scuola con… Francesco Totti!

Oggi scattano i Mondiali di Calcio in Russia e noi andiamo a scoprire quali sono i calciatori che oltre che sul campo hanno vinto anche nello studio.

Finalmente ci siamo, è tutto pronto, alle 17.00 al Luzhniki Stadion di Mosca prenderà ufficialmente il via uno degli eventi più attesi dell’anno: i Mondiali di Calcio 2018. L’Italia purtroppo non ci sarà ma siamo sicuri che questa competizione riuscirà comunque a tenervi incollati alla TV.

D’altronde i calciatori che prendono parte alla Coppa del Mondo riescono ad emozionarci, riescono a farci sognare e soprattutto riescono a farci divertire. Quello che la maggior parte di voi non sa, però, è che alcuni di loro riescono anche a studiare. Non ci credete? Allora date un’occhiata a questa Top5 di giocatori laureati che parteciperanno al Mondiale di Russia.

5) Yuto Nagatomo (Giappone)

Molti di voi lo ricorderanno per le sue recenti esperienze italiane con le maglie di Cesena e Inter. Attualmente gioca in Turchia, nel Galatasaray, ed è il terzino sinistro titolare della nazionale nipponica. Prima di diventare calciatore, però, Nagatomo ha conseguito una laurea in economia politica presso l’Università Meiji, una delle 6 università più importanti di Tokyo. E bravo Yuto.

4) Andrés Iniesta (Spagna)

In campo è un vero e proprio professore ma nella vita è stato anche uno studente, e con ottimi risultati. Don Andrés si è infatti laureato in Scienze Motorie. Durante un’intervista ha inoltre svelato un aneddoto decisamente interessante: pare che i suoi infortuni lo abbiano aiutato molto nel corso di anatomia. Sarà stato veramente così o l’Illusionista ha voluto ingannarci ancora una volta?

3) Dries Mertens (Belgio)

Oggi il folletto belga è uno dei beniamini della tifoseria del Napoli, oltre ad essere una delle punte di diamante della giovane nazionale fiamminga. Prima di diventare calciatore, però, Mertens era intenzionato a seguire le orme della madre Marijke Van Kampen, docente universitaria di pedagogia e si è così laureato in Scienze Motorie. Menomale che poi ha virato sul calcio.

2) Geràrd Pique (Spagna)

Il difensore del Barcellona è noto per essere uno dei calciatori più social del mondo. Questo però non vuol dire che passi le sue giornate a pubblicare post. Piqué, infatti, non è affatto un perdigiorno e per dimostrarlo ha utilizzato una parte delle sue vacanze estive per studiare e conseguire un Master in “Business of Entertainment, Media and Sports” ad Harvard. E gli haters muti.

1) Robert Lewandowski (Polonia)

E’ uno dei bomber più forti in circolazione ma è anche uno studente niente male. Allo stesso tempo, però, non è affatto modesto dal momento che la tesi con la quale si è laureato con il massimo dei voti alla Warsaw School of Education in Sport riguarda proprio se stesso. Ah, quasi dimenticavo, i professori lo hanno ascoltato con le maglie della Polonia addosso. Sobrietà pozegnanie.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0