Tempo di lettura: 1 Minuti

Le supplenze della scuola non pagate da febbraio

Le supplenze della scuola non pagate da febbraio

Cisl Scuola denuncia mancanze di buste paga da febbraio per molte supplenze in Italia. Un vuoto che sembra protrarsi da 4 mesi. Le supplenze non retr

Contratto per istruzione e ricerca, prima firma
Le scuse di Apple significano molto
Lets Box, l’app di uno studente da Cesena

Cisl Scuola denuncia mancanze di buste paga da febbraio per molte supplenze in Italia. Un vuoto che sembra protrarsi da 4 mesi.

Le supplenze non retribuite, un problema per molti docenti precari che non vedono stipendio da almeno febbraio.
La denuncia arriva dal comparto scolastico del sindacato Cisl: “Una macchina infernale: non avendo un cedolino, non possono andare dal giudice a chiedere un’ingiunzione di pagamento”.

4/5 mesi senza stipendio e nessun diritto a presentare la domanda per l’indennità di disoccupazione. Un grido di aiuto e protesta portato avanti congiuntamente da precari e sindacato, pronto a mobilitarsi a tutela di quei professori-supplenti che dal mese di febbraio non ricevono un centesimo di euro dallo Stato. In tale condizione soprattutto insegnanti sostitutivi per malattia o con contratto a termine di qualche settimana/mese.

Rita Frigerio, segreteria nazionale Cisl, commenta: “Le scuole hanno fatto tutto quello che è di loro competenza rispetto all’inserimento dei contratti. Il sistema informatico di NoiPa dedicato ai cedolini degli insegnanti riporta la dicitura contratto autorizzato dalla scuola ma il cervellone informatico si ferma lì. Gli insegnanti chiamano gli uffici locali del ministero del Tesoro ma la risposta è sempre quella: dicono che si tratta di un problema informatico e non risulta disposto il pagamento”.

Un problema serio che coinvolge centinaia di persone da Nord a Sud, tutti a rischio perfino di disoccupazione.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0