Pisa, studentessa a 73 anni, alla faccia dei fuori corso

Pisa, studentessa a 73 anni, alla faccia dei fuori corso

Oggi vi raccontiamo la storia di una studentessa molto particolare che a 73 anni suonati è tornata a fare ciò che gli piaceva: studiare. La maggior p

Più giovane sei, meno tasse paghi
Anziano è ora sinonimo di tecnologico
Già diverse morti per annegamento quest’estate

Oggi vi raccontiamo la storia di una studentessa molto particolare che a 73 anni suonati è tornata a fare ciò che gli piaceva: studiare.

La maggior parte delle persone, superati i 70 anni d’età, pensano soprattutto a godersi il meritato riposo dopo una vita di lavoro. Alcuni, però, trovano nel tempo libero che la pensione comporta l’occasione adatta per coltivare le proprie passioni e, perché no, anche per togliersi degli sfizi.

E lo sfizio di Rossella Morbidelli, 73enne di Ceparana (provincia di La Spezia), è di quelli che fanno dire chapeau. Rossella, infatti, si è appena iscritta al secondo anno del corso di laurea triennale in Scienze Politiche alla vicina Università di Pisa.

Si troverà a studiare al fianco di ragazzi di gran lunga più giovani di lei e per “ambientarsi” meglio ha deciso che farà anche la loro stessa vita. Per frequentare le lezioni farà infatti la pendolare in treno da La Spezia a Pisa (e questa, visto come funzionano le ferrovie nostrane, è già un’impresa). Ma non è finita qui; trascorrerà anche 6 mesi in Corsica nell’ambito del progetto Erasmus.

Sull’isola francese studierà Storia Moderna, Storia Contemporanea e Geografia, con un occhio particolare ai Patti Lateranensi e alla revisione del Concordato del 1984, argomenti centrali della sua tesi di laurea.

Sappiamo cosa vi state chiedendo: ma cosa spinge una persona, a 73 anni suonati, a buttarsi a capofitto su un’esperienza così impegnativa come un corso di laurea triennale? Beh, nel caso di Rossella è stato sicuramente l’amore per lo studio.

Una passione che dal 1964 al 2007 ha cercato di trasmettere anche alle nuove generazioni. La nostra Rossella, infatti è stata per lungo tempo la maestra Rossella. Ebbene sì, la Morbidelli era un’insegnante di scuola elementare e dopo 40 anni trascorsi dietro la cattedra ora si trova dal lato opposto: quello dell’allievo.

Ma ad incidere sulla sua scelta di intraprendere gli studi è stato anche un evento drammatico, ovvero la morte di suo marito che l’ha costretta a reinventare la sua vita. Una vita che Rossella ha deciso di dedicare nuovamente alla cultura, dimostrandoci che non è mai troppo tardi per fare ciò che ci piace.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0