Tempo di lettura: 2 Minuti

Buono scuola: undicimila famiglie escluse in Piemonte

Buono scuola: undicimila famiglie escluse in Piemonte

Grazie alla semplificazione delle procedure per ottenere l’assegno, moltissime famiglie in più si sono convinte a fare domanda. #FacceCaso. Tante, tr

Con fratelli maggiori è più probabile essere gay?
Frolla: molto più di un semplice biscotto
Problema della disoccupazione: cosa è cambiato?

Grazie alla semplificazione delle procedure per ottenere l’assegno, moltissime famiglie in più si sono convinte a fare domanda. #FacceCaso.

Tante, troppe, famiglie piemontesi sono state escluse dal buono scuola. Undicimila per l’esattezza, e tutto per colpa delle troppe richieste dei voucher per aiutare le famiglie nelle spese scolastiche.

Grazie alla semplificazione delle procedure per ottenere l’assegno, moltissime famiglie in più si sono convinte a fare domanda. Pensa che nell’anno scolastico 2016/2017 erano arrivate 20 mila domande (6mila famiglie rimaste escluse pur avendo i requisiti) con il nuovo sistema, si è sfiorata quota 30 mila!

Quello che non è cambiato purtroppo è il budget della Regione, fermo a 11 milioni di euro. Una cosa è certa: tocca trovare i fondi altrimenti 11 mila famiglie idonee resteranno escluse.

Ovviamente l’assegno a disposizione per ciascuna famiglia varia a seconda della propria condizione economica. L’importo è infatti stabilito da una graduatoria che tiene conto delle condizioni di reddito. Per quanto riguarda il voucher di iscrizione, si va da 950 a 2150 euro, per l’altro da 220 a 620 euro (il doppio se si tratta di studenti disabili e il 30% in più se si vive in aree marginali).

Speriamo bene per le famiglie. Tu intanto..

#FacceCaso. 

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0