Tempo di lettura: 2 Minuti

Anche i prof vanno in Erasmus

Anche i prof vanno in Erasmus

In pratica 3.344 persone potranno partire per un corso di formazione o un vero e proprio incarico di insegnamento all’estero. #FacceCaso. Lo sapevi c

Le migliori app per il Food & Travel: come mangiare sicuri anche all’estero
TikTok: l’app di musica per i cantanti amatoriali
Scuola: ad Avellino l’alternanza scuola-lavoro si paga

In pratica 3.344 persone potranno partire per un corso di formazione o un vero e proprio incarico di insegnamento all’estero. #FacceCaso.

Lo sapevi che anche i docenti vanno in Erasmus ? La meta più ambita sarebbe il Regno Unito, a seguire Irlanda, Spagna e Francia, per un periodo che va da una settimana a due mesi.

Su 553 progetti presentati nel 2018, Indire ne ha approvati 146. In pratica 3.344 persone potranno partire per un corso di formazione o un vero e proprio incarico di insegnamento all’estero, praticamente il doppio rispetto al 2015. 

Ovviamente crescendo il numero di docenti che avrà accesso a questa esperienza formativa, aumentano anche le spese. 7.310.885 euro investiti sulla formazione dei prof. Le regioni più attive in materia di Erasmus prof sarebbero Emilia Romagna, Sicilia e Puglia.

Un modo innovativo per arricchire il bagaglio culturale dei docenti che potranno trasmettere quanto appreso all’estero ai loro alunni migliorando l’offerta formativa ed arricchendo le loro personali competenze. 

“Un’attività di formazione europea, indipendentemente dal tipo di mobilità che viene realizzata, diventa un’esperienza di crescita professionale e di sviluppo di nuove competenze. Si parte dalle esigenze dell’istituto frequentato in Italia e, al ritorno, il bagaglio professionale acquisito rientra sotto forma di innovazione nell’insegnamento”. Dice Indire, l’Istituto di innovazione e ricerca educativa del Miur.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0