Tempo di lettura: 2 Minuti

Notte Europea dei Ricercatori, venerdì 28 settembre la scienza fa festa!

Notte Europea dei Ricercatori, venerdì 28 settembre la scienza fa festa!

Appuntamento per venerdì 28 settembre, all'Istituto Superiore di Sanità, con la tredicesima edizione della Notte Europea dei Ricercatori, l’evento che

Nasce Real Time Scouting, l’app per monitorare le tue partite di basket
Indeciso sulle elezioni del 4 marzo? Arriva il navigatore elettorale
Numero chiuso e UniMilano: com’è andata a finire?

Appuntamento per venerdì 28 settembre, all’Istituto Superiore di Sanità, con la tredicesima edizione della Notte Europea dei Ricercatori, l’evento che annualmente raccoglie per una notte i ricercatori di tutta Italia.

“BE a citizEn Scientist”, in breve BEES, si, proprio come le api anglosassoni: il 28 settembre 2018 torna a Roma la Notte Europea dei Ricercatori, il grande evento che porta la scienza nelle strade della città, e torna con questo slogan, le api.

Sì, perché come in un alveare il contributo fornito da ogni componente è importante per il benessere della collettività, così anche nella scienza, in cui la collaborazione tra docenti, studenti e ricercatori è il segreto di un progresso continuativo.

Per questa occasione, l’Istituto Superiore di Sanità, in qualità di partner del progetto BEES, finanziato dalla Commissione Europea con l’obiettivo di avvicinare i cittadini alla ricerca scientifica, apre le porte per una notte e organizza mostre sulle tematiche più interessanti e attuali del dibattito scientifico.

    • Una conferenza di apertura,
    • 47 mostre ad accesso libero,
    • più di 60 partnership confermate,
    • 2 turni di 20 visite guidate ai laboratori e al museo,
    • un punto di informazione per i progetti europei cui partecipa l’ISS,
    • uno spazio musicale “La ricerca vien suonando”.

“C’era una volta la tubercolosi…e c’è ancora”, “Radiazioni dentro e fuori casa”, “D-lemma: esporsi o non esporsi al sole”, “Particelle Nucleari: supereroi contro i tumori”, “Vaccini ed emoderivati: impariamo a conoscerli”. Queste, solo alcune delle mostre offerte dai ricercatori articolate in due aule interne, Bovet e Marotta, nel Piazzale esterno e nei numerosissimi laboratori dell’Istituto.

Ancora indecisi? Ecco allora qualche numero della passata edizione:

342 città coinvolte, 21.850 ricercatori impegnati e più di un milione di visitatori.

Per maggiori informazioni e prenotazioni il riferimento unico è il sito di Frascati Scienza, che, oltre a coordinare tutte le attività dell’area Tuscolana, sarà presente con la Notte Europea dei Ricercatori in contemporanea in moltissime città da nord a sud della Penisola.

E appuntamento su tutti i social con gli hashtag ufficiali dell’evento: #MSCAnight e #BEES.

#FacceCaso

Di Christian Di Carlo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0