Tempo di lettura: 3 Minuti

Dove sono i giovani nella manovra finanziaria?

Dove sono i giovani nella manovra finanziaria?

Stanotte è stata varata la manovra finanziaria che porterà il deficit al 2,4%. Ma tra tutti i temi, non ci sono riferimenti all’occupazione giovanile.

Giornali a scuola: Di Maio dice no
Sedicenni al voto: che si fa?
La commissione Cultura in apprensione per i mancati soldi destinati alla scuola nel Def

Stanotte è stata varata la manovra finanziaria che porterà il deficit al 2,4%. Ma tra tutti i temi, non ci sono riferimenti all’occupazione giovanile.

Habemus la manovra finanziaria. Mano forzata a Tria, Di Maio e Salvini soddisfatti, Europa arrabbiata. Ma i giovani?
E già, perché se si sono trovati i fondi per il reddito di cittadinanza, per superare la Legge Fornero, dare una strana forma di flat tax e creare un foto per i truffati dalle banche, nessuna voce in capitolo è stata spesa per politiche di lavoro giovanile.
I giovani, ancora una volta, non vengono calcolati, o quanto meno non riusciamo a intravedere nessuna misura tra le tante proposte indirizzate proprio a noi.

Piani per l’inserimento aziendale? No. Apertura nuovi concorsi pubblici per laureati e under 30? No. Sgravi fiscali per chi assume neolaureati o giovani disoccupati? Niente. Incentivi occupazionali di qualche genere e forma, o per imprese create da neolaureati? Nessuna parola. O ancora altre manovre che contengano il termine “occupazione giovanile”. Non esiste nulla di ciò, come i precedenti governi, come non ne sentiremo parlare in brevi termini.

Sembra un tema scottante, come se nessuno abbia voglia di affrontarlo o di metterci mano. A volte basterebbero poche azioni mirate, determinati modi di operare, iniziative anche a costo zero che invoglino piccole e medie imprese, uffici a prendersi carico di giovani leve, di disoccupati (ricordiamo nel nostro paese c’è la percentuale più alta in Europa dopo la Grecia di giovani senza lavoro), di studenti appena laureati. Tutte forze ed energie che vanno a fare le fortune di paesi stranieri, e che difficilmente ritorneranno a casa.

Però misure in questo senso non ne vediamo. Ci parlano del superamento della Legge Fornero per far entrare prima i giovani nel mondo del lavoro, parlando di una legge che riguarda le pensioni…
La dimensione è questa, che sia il governo Conte, Renzi, Gentiloni, Letta o chi altro, lo spazio per gli Under 30 va serenamente in soffitta.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0