Tempo di lettura: 2 Minuti

Happysalus : l’app intelligente che ti controlla la salute

Happysalus : l’app intelligente che ti controlla la salute

Ma come fa l’app a raccogliere i dati? Grazie all’ottimizzazione e all’utilizzo di smartphone, bilance intelligenti e smartwatch. #FacceCaso. La salu

Ripetizioni costose? No grazie!
Decameron in scena: Link Campus University ti invita a teatro
Troppo studio + troppa fame = le 5 migliori app di consegna a domicilio

Ma come fa l’app a raccogliere i dati? Grazie all’ottimizzazione e all’utilizzo di smartphone, bilance intelligenti e smartwatch. #FacceCaso.

La salute è importante, lo sappiamo tutti. Quanti di voi però, tendono a trascurarla? Io sono la prima. Non ricordo più l’ultima volta che ho fatto un prelievo o sono andata dal medico. Grazie alle ultime innovazioni in campo digitale, gli smartphone entrano prepotentemente a far parte delle nostre vite, anche in questo settore. Happysalus ad esempio, è una app italiana che ha l’obiettivo di migliorare la nostra salute riducendo il rischio di contrarre gravi patologie.

Questa innovativa applicazione di medicina digitale monitora tutti i tuoi dati e in base ai risultati ti fornirà dei suggerimenti da seguire per migliorare il tuo stile di vita. Per quanto riguarda il controllo del battito cardiaco e della pressione, se Happysalus dovesse accorgersi che qualcosa non va, ti inviterà immediatamente ad andare dal medico.

Ma come fa l’app a raccogliere i dati? Grazie all’ottimizzazione e all’utilizzo di smartphone, bilance intelligenti e smartwatch. HappySalus tiene sotto controllo la tua salute sfruttando l’utilizzo dei big data elaborati dal consorzio interuniversitario CINECA e del motore di intelligenza artificiale medico realizzato dall’Università di Tor Vergata di Roma e testato dal Mit di Boston.

Happysalus si rivolge a clienti di vario genere: assicurazioni, casse mutue, aziende di ogni tipo, banche in ottica preventiva, ma non vediamo l’ora che arrivi sul mercato anche per noi comuni mortali. Con un investimento iniziale di circa 150 euro che comprenderà il kit per il monitoraggio e 50 euro annuali per l’analisi e la conservazione dei dati.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0