Tempo di lettura: 2 Minuti

Giurisprudenza in Sicilia: quale università e perché?

Giurisprudenza in Sicilia: quale università e perché?

Il Censis pubblica la classifica delle migliori facoltà di giurisprudenza d’Italia: non ottimi risultati per gli atenei siciliani Oramai scegliere l’

Vuoi sapere qual è la migliore Università di Architettura italiana?
Femmine vs Maschi, dalla Scuola all’Università è vittoria a mani basse
Giovani meno ricchi e meno fiduciosi: la situazione italiana

Il Censis pubblica la classifica delle migliori facoltà di giurisprudenza d’Italia: non ottimi risultati per gli atenei siciliani

Oramai scegliere l’unversità migliore è sempre più facile grazie alle varie analisi e statistiche che vengono effettuate ogni anno. Ovviamente anche per quanto concerne la facoltà di Giurisprudenza.

Riguardo le migliori facoltà di giurisprudenza il Censis, fondazione che da anni svolge importanti attività di ricerca e consulenza nell’ambito dell’istruzione, lavoro e occupazione, pone ai primi posti della classifica 2018/2019 la facoltà di Trento al primo posto, seguita al secondo posto da quella di Foggia e al terzo posto da Modena, mentre le università siciliane sono posizionate tra ultimi posti della classifica.

Tra gli atenei siciliani per giurisprudenza troviamo al 33esimo posto della classifica Censis, ossia prima tra le università siciliane, la facoltà di Palermo, fondata nel 1806 per volontà di Ferdinando III di Borbone, che nel 1805 attribuì all’Accademia panormita degli studi il titolo di Università.

Al 43esimo posto si trova invece l’università di Messina, fondata nel 1548 da Ignazio di Loyola, tra l’altro anche una delle università più antiche d’Italia.

Ed in fine tra le università siciliane al 48esimo posto con un punteggio generale di 67, in fondo alla classifica Censis, prima soltanto all’università di Cassino, abbiamo la facoltà di Catania, fondata nel 1434, la prima delle università siciliane ad essere stata istituita ed in oltre è tra le maggiori università d’Italia per numero di iscritti.

L’importante però è sapere che il punteggio delle classifiche Censis riguardo le migliori facoltà, viene calcolato tramite la media tra i punteggi ottenuti nella progressione di carriera e nei rapporti internazionali, che gli studenti perseguono una volta laureati.

Un piccolo consiglio per i nostri amici siciliani, con la speranza che queste dritte possano essere utile ai ragazzi che si stanno per affacciare al tortuoso mondo dell’Università. In bocca al lupo a tutti!

#FacceCaso

Di Pierpaolo Simeoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0