Tempo di lettura: 1 Minuti

A Fiumicino si apre un caso, via i crocifissi dalle scuole

A Fiumicino si apre un caso, via i crocifissi dalle scuole

Si apre il dibattito su ciò che è successo ed è stato denunciato dal senatore leghista De Vecchis. Da una scuola di Fiumicino sarebbero stati rimossi

Grosseto: si va a scuola per tre ore, mancano i docenti
Io sarò una Donna tutta la vita
Università di Bari: studentesse di economia taroccano il libretto elettronico

Si apre il dibattito su ciò che è successo ed è stato denunciato dal senatore leghista De Vecchis. Da una scuola di Fiumicino sarebbero stati rimossi i crocifissi per non imbarazzare i musulmani.

E anche quest’anno c’è una polemica natalizia sulla scuola, presepi, crocifissi, feste e qualunque cosa sia. Stavolta siamo a Fiumicino, dove il senatore del luogo, il leghista William de Vecchis, ha denunciato come in una scuola della cittadina laziale sarebbero stati rimossi all’improvviso i crocifissi dalle aule.
Così ha raccontato, denunciando l’accaduto.

“Lo scorso 8 novembre in una riunione all’interno della scuola, alcuni genitori si sono accorti che da qualche classe erano spariti i crocifissi, simboli della cristianità e della nostra cultura. Alle richieste di chiarimenti, la risposta è stata che l’eliminazione del crocifisso era stata decisa per non mettere in imbarazzo i bambini di fede musulmana presenti nell’istituto. Una scelta che non condivido, che per tutelare le esigenze di alcuni, mortifica i sentimenti di molti”.

Ha poi aggiunto: “Anche in una concezione laica, nessuno ha mai messo in discussione il valore del crocifisso, pur mantenendo ogni famiglia una propria linea e un proprio credo. Ora però, per un modo distorto di intendere l’accoglienza, si abdicano a valori, prassi e sentimenti popolari degli italiani per strizzare l’occhio ad altre culture. Non è questo il senso dell’accoglienza e dello scambio culturale. Donerò i crocifissi alla scuola con estremo piacere”.

Subito ha rincarato la dose il vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che su Facebook ha sottolineato l’accaduto temendo per nuovi possibili avvenimenti di tale tipo. Questo tipo di polemiche si ripresentano ogni anno, mettendo sempre in discussione le scuole che procedono a laicizzare gli spazi.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0