Tempo di lettura: 1 Minuti

Scuola, Salvini vuole sangue giovane. Arrivano le donazioni obbligatorie?

Scuola, Salvini vuole sangue giovane. Arrivano le donazioni obbligatorie?

L'ultima proposta del Ministro dell'Interno Matteo Salvini sono le donazioni di sangue obbligatorie nelle scuole. Vediamo perché. Da quando sono alla

I giovani donano poco sangue: l’allarme(?) dell’AVIS
Vado, dono e torno!
Salvini: crediti per chi dona il sangue

L’ultima proposta del Ministro dell’Interno Matteo Salvini sono le donazioni di sangue obbligatorie nelle scuole. Vediamo perché.

Da quando sono alla guida del governo, la Lega Nord e il Movimento 5 Stelle hanno fatto numerose proposte, alcune delle quali anche parecchio bizzarre. E quella recentemente partorita dalla mente del Ministro degli Interni Matteo Salvini rientra sicuramente tra queste.

In occasione della firma del protocollo d’intesa tra i Vigili del Fuoco e l’Associazione Donatorinati (un gruppo appartenente alla Polizia che promuove da anni la cultura della donazione di sangue) il leader della Lega ha introdotto l’ipotesi di una donazione “volontaria obbligatoria” nelle scuole.

Secondo Salvini, infatti, la raccolta di sangue è una questione di sicurezza nazionale. Per questo, a sentire lui, bisogna spingere i giovani a donare già in tenera età. Perché sostanzialmente prima iniziano, più tardi smettono di farlo.

Quello che dice il Ministro non è totalmente sbagliato ma bisogna capire come le donazioni pensate da Salvini possano essere al tempo stesso sia volontarie che obbligatorie. D’altronde se una cosa è obbligatoria non è volontaria e viceversa; o almeno così siamo stati abituati a pensare.

Inoltre non vediamo perché queste donazioni obbligatorie debbano rimanere una prerogativa degli studenti. Non si possono costringere anche, che so, gli impiegati della pubblica amministrazione a mettere il proprio sangue a disposizione di chi ne ha bisogno?

Perché è vero che prima si inizia a donare e meglio è ma è altrettanto vero che non è mai troppo tardi per cominciare, o no? Insomma, l’idea di Salvini non è male ma secondo noi andrebbe quanto meno perfezionata. D’altro canto se un’idea è bizzarra è difficile che sia anche priva di difetti, vero Matteo?

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0