Quanto è difficile trovare casa se sei studente

Quanto è difficile trovare casa se sei studente

Un’analisi di Scenari Immobiliari sull’emergenza abitativa per studenti ci fa aprire gli occhi su quanto sia difficile per un fuorisede avere una casa

A.A.A. cercasi stanza a prezzo ragionevole (per favore!)
Musicisti cercano stanze: è crisi!
Università, in Puglia oltre mille esclusi dalle residenze!

Un’analisi di Scenari Immobiliari sull’emergenza abitativa per studenti ci fa aprire gli occhi su quanto sia difficile per un fuorisede avere una casa. Vediamo meglio.

Ogni studente, diventando fuorisede, cerca casa almeno una volta negli anni del suo percorso. È una condizione inevitabile quando si cambia città. Ci si trasferisce, si cambia vita, non si vive più con mamma e papà, e arrivano i primi guai della vita “indipendente”, come trovare un luogo dove abitare. Certo, il discorso qui si ingigantisce in virtù del fatto che ogni fuorisede va avanti grazie al supporto della famiglia, e quindi il problema diventa ancora più accentuato, dovendo far fronte a tutto cercando di spendere il meno possibile.
Un’indagine di Scenari Immobiliari, sull’emergenza casa proprio per universitari, fa capire come la situazione in Italia non sia facile.

Un’indagine di Scenari Immobiliari, sull’emergenza casa proprio per universitari, fa capire come la situazione in Italia non sia facile.

Un caso interessante è quello riportato su Bologna, che ben esemplifica la situazione generale. Solo il 12,4% degli studentati cittadini ad esempio coprono la domanda di 36 mila studenti fuorisede, un numero esiguo, per un mercato complessivo di 79 mila studenti.
Il problema risiede poi sui costi da sostenere per dover trovare in più un appartamento indipendente, decisamente più alti di un alloggio universitario.

Il caso bolognese è un po’ simbolo delle principali città universitarie, poiché avendo tra l’altro la sede principale e quindi la richiesta di fuorisede nelle zone del centro, molti cittadini cominciano a preferire gli affitti a turisti attraverso Airbnb, spesso molto più remunerativi.
Questo produce un allontanamento degli studenti, che devono poi fare i conti con costi di gestione più alti. Altri esempi sono Milano, Roma e Firenze. La prima ha un costo di affitti che è il più alto del Paese, penalizzando proprio gli studenti, che quindi per vivere nel capoluogo lombardo devono far i conti con spese amarissime. Roma e Firenze affrontano la sfida con il numero di turisti sempre in crescita, il che riduce gradualmente l’offerta di camere.

I tempi per i giovani fuorisede e gli universitari in generale cominciano a farsi così sempre più duri, soprattutto se si parla di casa.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0