Tempo di lettura: 3 Minuti

Un progetto ONU al femminile per il diritto alla scuola e alla conoscenza

Un progetto ONU al femminile per il diritto alla scuola e alla conoscenza

Mai sentito parlare delle "ragazze in missione permanente"? Ora è giunto il momento di sapere chi sono in cosa consiste il progetto ONU per il quale d

Le scuole nel mondo: tutte le cose che non sai sulle scuole all’estero
Sapevi che esiste la Barbie con il velo?
Povertà educativa: che vuol dire? Il rapporto SaveTheChildren

Mai sentito parlare delle “ragazze in missione permanente”? Ora è giunto il momento di sapere chi sono in cosa consiste il progetto ONU per il quale dedicano il loro impegno.

Purtroppo viviamo in un mondo di disparità, lo sappiamo che le opportunità non sono le stesse per tutti. E magari mentre tu ora stai leggendo questo articolo da un’altra parte del mondo una tua coetanea si sta sposando non per sua volontà, quando in realtà voleva solo continuare a studiare. Per questo, e per altri mille motivi, nasce il progetto ONU With her: a skilled girl force”. 

Chi sono le “ragazze in missione permanente”?

Sono ragazze di tutto il mondo, che hanno deciso di aderire al progetto ONU “With her: a skilled girl force” con l’obiettivo di battersi per le loro coetanee affinché il maggior numero di giovani e giovanissime donne in tutto il mondo abbia diritto alla scuola e alla conoscenza. Per porre fine a quello stereotipo che ci insegue e che vuole le donne siano madri e non lavoratrici, come se non fossimo in grado di essere entrambe le cose!

La conoscenza come salvezza

La base del progetto ONU si fonda sul fatto che la scuola può davvero cambiare la vita. Ma non parlo solo in termini di opportunità di continuare gli studi o magari di laurearsi in futuro. In alcune circostanze, che forse da questa parte del mondo tendiamo a sottovalutare, la scuola può per esempio evitare un matrimonio combinato precoce. Ma questo è solo un esempio di tantissimi che si potrebbero riportare.

In ogni caso, la base del progetto è la promozione del diritto alla scuola e alla conoscenza, perché questo oltre alle conseguenze più “scontate” che ci possono venire in mente, è un diritto che può anche salvare la vita nei modi più svariati.

Il progetto

In poche parole il progetto in questione ha lo scopo di radunare attiviste e attivisti in tutto il mondo che abbiano voglia di mettersi in gioco per la promozione dei diritti delle ragazze. Ognuno può farlo a modo suo, per esempio inventando un hashtag o indossando una maglietta. L’importante è contribuire alla causa tendando di sensibilizzare.

Raggiungere degli obiettivi così grandi e di così vasta portata è più facile attraverso un movimento globale. Il diritto alla scuola e alla conoscenza è di tutti e di tutte.

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0